C'è vita con l'HIV

La maggior parte dei bambini con HIV ha un recupero del proprio sistema immunitario dopo l'inizio del trattamento

Scritto da NIH

Cellule T © Russell Kightley

I bambini con infezione da HIV perinatale che iniziano la terapia antiretrovirale (ART) sperimentano in genere un buon recupero delle cellule T CD4, ma la probabilità di raggiungere 500 cellule / mmXNUMXo più è maggiore per quelli con minore soppressione immunitaria prima dell'inizio del trattamento, secondo uno studio pubblicato su 27 marzo edizione di AIDS.

Paulo Krogstad della David Geffen School of Medicine dell'UCLA e colleghi hanno valutato la persistenza di una bassa conta di CD4 nonostante la soppressione virale su ART in più di 900 bambini negli Stati Uniti, nei Caraibi e in America Latina che hanno iniziato il trattamento con l'età 5 anni o più.

I ricercatori hanno scoperto che dopo 1 anno di soppressione virale con ART, il 99% dei bambini ha raggiunto una conta delle cellule CD4 di almeno 200 cellule / mmXNUMX3 - la soglia per molte malattie opportunistiche. Tuttavia, il 14% dei bambini aveva ancora una conta dei CD4 inferiore a 500 cellule / mmXNUMXdopo 1 anno di soppressione virale e l'8% è rimasto al di sotto di questo livello anche dopo 2 anni.

Il tempo impiegato per raggiungere 500 cellule / mmo maggiore, con il pretrattamento la conta dei CD4 è diminuita di circa sei mesi per i bambini che hanno iniziato la terapia con 350-499 cellule / mmXNUMXa 1,3 anni per chi ha iniziato con meno di 200 cellule / mm3. Solo 9 bambini (1%) hanno avuto eventi che definiscono l'AIDS, di cui quattro durante i primi 6 mesi con completa soppressione virologica (carica virale inferiore a 40 copie di RNA per millilitro di sangue).

"TARV migliora la conta delle cellule CD4 + nella maggior parte dei bambini, ma il tempo necessario affinché la conta delle cellule CD4 + raggiungesse almeno 500 cellule era altamente dipendente dalla linea dello stato immunitario", hanno concluso i ricercatori. “Alcuni bambini non raggiungono una conta dei linfociti T CD4 + di 500 cellule / [cellule / mmXNUMX3] nonostante sia stato mantenuto per 2 anni con completa soppressione virologica. Gli eventi che definiscono l'AIDS si sono verificati nell'1% della popolazione, inclusi i bambini in cui sono stati raggiunti la soppressione virologica e il miglior numero di cellule T CD4 +.

Il testo seguente è un estratto da una dichiarazione alla stampa. Descrivere l'indagine in modo più dettagliato.

Per la maggior parte dei bambini con HIV e con un basso numero di cellule immunitarie, sono cresciuti dopo il trattamento

 Uno studio finanziato dal NIH rileva che il livello dei linfociti T ritorna normale nel tempo

23 marzo 2015 - La maggior parte dei bambini con HIV che hanno bassi livelli di conteggio delle cellule immunitarie alla fine si riprendono, dimostrando buoni livelli di cellule T CD4 dopo l'inizio del trattamento, secondo uno studio di ricercatori finanziati dal National Institutes of Health.

Il fallimento delle cellule T CD4 +, uno dei principali bersagli dell'HIV, a rimbalzare dopo che il virus è stato soppresso con i farmaci si verifica in circa il XNUMX% dei pazienti adulti ed è associato a malattie gravi e fatali. I ricercatori hanno condotto l'attuale studio per scoprire fino a che punto i bambini che sono stati infettati dall'HIV in ogni momento della nascita possono essere a rischio per questa condizione e se questi fallimenti si sono verificati con un grande rischio di infezione grave.

"La buona notizia è che questa condizione si verifica raramente nei bambini o nei giovani con HIV", ha detto l'autore dello studio Rohan Hazra, responsabile delle malattie infettive gravide e pediatriche nella filiale NIH Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development, dai finanziamenti per lo studio. "Comparativamente pochi bambini le cui cellule CD4 + non sono tornate non sembrano essere a maggior rischio di infezione grave rispetto ai bambini con conteggi CD4 + più elevati".

Ha aggiunto che i risultati non sembrano alterare le raccomandazioni di trattamento per i bambini con HIV, che includono farmaci antiretrovirali per sopprimere il virus e esami periodici di follow-up per rilevare i primi segni di qualsiasi infezione grave.

I risultati sono stati pubblicati online sull'AIDS (una serie americana che tratta l'argomento e lo studio è stato condotto da un team di ricercatori di varie istituzioni in Brasile e negli Stati Uniti. Il primo autore dello studio è stato Paul Krogstad della David Geffen School of Medicine) dall'Università della California a Los Angeles.

Per condurre la loro analisi, i ricercatori hanno esaminato i dati di tre reti di ricerca che si prendono cura di oltre 3.700 bambini negli Stati Uniti, nell'America centrale e meridionale e nei Caraibi che sono stati infettati dall'HIV prima o durante la nascita.

I ricercatori hanno seguito il conteggio delle cellule CD4 + di 933 bambini per almeno 5 anni da quando hanno iniziato a ricevere il trattamento anti-HIV. La conta dei CD4 + sani di altre cellule varia tra 500-1 800-1200 cellule per campione di sangue. Meno di 500 cellule per campione è considerato basso e 200 o meno per campione è considerato molto basso. Dopo un anno di trattamento anti-HIV, l'86% dei bambini nello studio aveva una conta di CD4 + pari o superiore a 500. Dopo due anni di trattamento anti-HIV, il 92% ha superato questa soglia.

I ricercatori hanno anche esaminato la storia clinica di questi bambini, attraverso le loro registrazioni per i segni di gravi malattie durante il corso del loro trattamento. Conosciute come la categoria di eventi CDC C, queste malattie sono un segno del sistema immunitario gravemente indebolito visto nelle persone con AIDS. Un totale di nove bambini hanno vissuto questi eventi. Il verificarsi di questi eventi non differiva statisticamente tra i conteggi di cellule CD0 + inferiori a 4 al momento dell'evento (quattro bambini) e quelli con conteggi superiori a 500 (cinque bambini).

Dallo studio gli autori hanno notato che per gli adulti con una bassa conta di CD4 + all'inizio del trattamento, la conta di CD4 + nei bambini aumenta a 500 o più nel tempo dopo l'inizio del trattamento. Ma nonostante tali aumenti, alcuni bambini hanno avuto condizioni di categoria C o altre malattie importanti durante i primi tre anni di trattamento per l'HIV. I ricercatori sono stati chiamati per ulteriori studi per comprendere questo aumento del rischio di malattia.

Informazioni sull'Istituto nazionale per la salute e lo sviluppo umano (NICHD) di Eunice Kennedy Shriver: NICHD sponsorizza la ricerca sullo sviluppo, prima e dopo la nascita; salute materna, infantile e familiare; biologia riproduttiva e problemi della popolazione; e riabilitazione medica. Per ulteriori informazioni, visitare il sito web dell'Istituto all'indirizzo http://www.nichd.nih.gov.

Informazioni sul National Institute of Health (NIH): NIH, l'agenzia di ricerca medica della nazione, comprende 27 istituti e centri ed è una componente del Dipartimento della salute e dei servizi umani. NIH è la principale agenzia federale che conduce e sostiene la ricerca di base, clinica e traslazionale sulla ricerca medica e sta studiando le cause, i trattamenti e le cure per malattie comuni e rare. Per ulteriori informazioni su NIH e sui suoi programmi, visitare www.nih.gov.

 

Tradotto da Cláudio Souza dall'originale in La maggior parte dei bambini con HIV sperimenta un recupero del proprio sistema immunitario dopo l'inizio trattamento

Recensito da Mara Macedo

 

Riferimento

P Krogstad, K Patel, B Karalius, et al (a nome del Pediatric HIVAIDS Cohort Study, IMPAACT 219C e NICHD Site International Researchers Development Initiative). Ricostituzione immunitaria incompleta nonostante la soppressione virologica nei bambini e negli adolescenti con infezione da HIV-1. Aids 29 (6): 683-693. 27 marzo 2015.

Un'altra fonte

National Institutes of Health Per la maggior parte dei bambini con HIV e un basso numero di cellule immunitarie, le cellule rimbalzano dopo il trattamento. Comunicato stampa. 23 marzo 2015.


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie