CD4

Le cellule CD4 e T sono un sottoinsieme di globuli bianchi. Conosciuti così grazie ad una proteina presente sulla loro superficie, svolgono un ruolo importante nel sistema immunitario.

Cellule T CD4 e perché sono importanti

Il CD4 è, al contrario, un tipo di proteina presente in alcune cellule del sistema immunitario. Tra questi ci sono cellule T, macrofagi e monociti.

Le cellule T CD4 sono considerate cellule "helper" perché non neutralizzano le infezioni. tuttavia, attivano la risposta immunitaria alle infezioni. E le cellule T CD8, classificate come tali a causa del tipo di proteina sulla sua superficie uccidono gli aggressori, producendo anticorpi che aiutano a combattere gli invasori.

Ruolo delle cellule T CD4 nell'infezione da HIV

Pertanto, uno degli enigmi dell'infezione da HIV è che le cellule destinate a iniziare una difesa immunitaria sono le stesse cellule destinate all'infezione da HIV. HIV.

Come un retrovirus, l'HIV deve infettare alcune cellule "ospiti" per creare copie di se stesso. Pertanto, le cellule CD4 sono i principali obiettivi di questo durante un'infezione.

Durante l'infezione, l'HIV si lega a queste cellule helper, svuotando il loro materiale genetico in modo che il codice genetico dell'ospite possa essere modificato per produrre altri virioni dell'HIV.

Deficienza immunitaria

Pertanto, così facendo, la cellula CD4 ospite finisce per essere uccisa. E la capacità della persona infetta di attivare una difesa immunitaria viene gradualmente ridotta al punto da lasciare il suo corpo vulnerabile alle infezioni opportunistiche.

La dinamica dell'HIV lo è in modo tale che le cellule T CD8 "killer" sono sempre più accecate dalla diffusione dell'infezione e alla fine diventano incapaci di far fronte alla crescente popolazione di HIV, misurato da carica virale.

Se un'infezione da HIV non viene trattata, il sistema immunitario, in tutti i casi tranne rari, collasserà completamente (o sarà compromesso).

Tipi di cellule T CD4

Il più delle volte, tendiamo a pensare alle cellule T CD4 come a un tipo di cellula. In effetti, fu solo a metà degli anni '1980 che gli scienziati iniziarono a identificare diversi sottoinsiemi con funzioni diverse. Alcuni sono importanti per l'attivazione macrofagi e cellule dendritiche durante l'infezione iniziale, mentre altri dirigono le difese immunitarie quando confrontati, individualmente, con organismi parassiti, batteri o virus.

Questi includono sottotipi chiamati

  • T-aiutante 1,
  • T-aiutante 2,
  • T-aiutante 9,
  • T-aiutante 17,
  • cellule T regolatorie e

La cellula T follicolare ausiliaria ha molte variabilie ognuno dei quali secerne diversi tipi di sostanze per aiutare a neutralizzare gli agenti offensivi.

Valore diagnostico delle cellule T CD4

È attraverso questi sentieri, quasi autostrade, che tutto circola. Ossigeno, CD4, ormoni e, inoltre, HIV. Abbi cura di te e non mettere questo ragazzo sulla strada

 

Determinando quante cellule CD4 funzionanti circolano nel sangue, il medico può determinare lo stato del sistema immunitario di una persona. Un semplice esame del sangue chiamato conta CD4 stima il numero di cellule CD4 funzionanti in un millimetro cubo di sangue. Più alto è il numero di CD4, più forte è la funzione immunitaria.2

In un adulto sano, una normale conta dei CD4 può variare enormemente (in base alla popolazione, al gruppo di età, ecc.), Ma in genere è compresa tra circa 500 e 1500 cellule per millimetro cubo di sangue (ml).

Quando è inferiore a 200, tuttavia, la malattia è tecnicamente classificata come AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita).3È durante questo periodo che si verificano le infezioni opportunistiche più gravi, poiché il sistema immunitario è effettivamente compromesso dall'infezione.

Cellule T CD4 e CD4 nel monitoraggio ART
Questo è uno dei compiti più difficili nella lotta contro l'HIV. Sappi quanto ne c'è nel sangue

Prima del 2016, i conteggi CD4 venivano utilizzati come mezzo per determinare quando iniziare ARTE. Ma negli ultimi anni quel ruolo è cambiato, poiché le autorità globali ora appoggiano l'inizio immediato dato Terapia dell'HIV nella diagnosi (invece di aspettare che la conta dei CD4 scenda al di sotto di 500 cellule / mL, come era la linea guida precedente).4

La conta dei CD4 viene utilizzata anche per monitorare la risposta di un individuo alla terapia, con l'inizio precoce della terapia antiretrovirale, in generale, in grado di ripristinare la funzione immunitaria di una persona.

La difficoltà
È solo una pillola

D'altra parte, le persone che iniziano la terapia con un numero di CD4 molto basso, inferiore a 100, tendono ad avere più difficoltà a ripristinare il numero di CD4 a livelli normali, specialmente dopo un grave episodio di malattia.5

È quindi importante fare il test e cercare cure immediate in caso di diagnosi di sieropositività. Se il trattamento viene avviato immediatamente, le persone che vivono con l'HIV ora hanno molte più possibilità di vivere una vita normale e sana.

Lettura suggerita dal sistema
 
Incontrane qualcuno malattie opportunistiche
Non accetto la banalizzazione dell'AIDS Questa pazza chat!
 
Prenditi cura della tua salute, della salute di coloro che ami e sostienici acquistando alcol gel Natura sul nostro blog
 
Fonti
  1. Luckheeram R. Zhou R, Verma A, et al. Cellule T CD4 +: differenziazione e funzioni. Immunologia clinica e dello sviluppo. 2012: 2012: 925135. doi: 10.1155 / 2012/925135
  2. Comitato dell'Istituto di Medicina (USA) sui criteri di disabilità per l'HIV sulla sicurezza sociale. 3, un basso numero di CD4 come indicatore di carenza. HIV e disabilità: aggiornamento degli elenchi previdenziali. Washington (DC): National Academies Press (USA); 2010.
  3. Dipartimento degli affari dei veterani degli Stati Uniti. Conta dei CD4 (o conta delle cellule T).
  4. Istituti Nazionali di Sanità (NIH). L'inizio precoce della terapia antiretrovirale migliora i risultati per le persone con infezione da HIV. Bethesda, nel Maryland; rilasciato il 27 maggio 2015.
  5. Seng R, Goujard C, Krastinova E.; et al. La viremia cumulativa dell'HIV nell'arco di tutta la vita influenza il recupero a lungo termine della conta CD4 + e del rapporto CD4 + / CD8 + tra i pazienti in terapia antiretrovirale di combinazione. AIDS. 2015; 29(5): 595-607. DOI: 10.1097 / QAD.0000000000000571.