C'è vita con l'HIV

La pioggia nella vita dei senzatetto è come l'inferno di Dante per un santo

Nessuno merita il diritto

Chuvas, chuvas e chuvas! Muitas vezes eu amaldiçõesi as chuvas!!!!!La pioggia nella vita dei senzatetto è l'Inferno di Dante per un santo. La vita di un senzatetto è una merda.

E chi ha sempre avuto un posto dove dormire non ne ha idea !!!

Le piogge nella vita di un senzatetto

Pubblicare qualcosa del genere, alla vigilia di Natale, è intenzionale.

Voglio costringerti a guardare quella persona che ti raggiunge ogni mattina

E che ogni pomeriggio, quando allunga di nuovo le mani, puoi riflettere: 

 

E se fossi stato io lì, senza speranza, se fanculo? Potresti essere tu domani!

E se guardi, da te stesso a te stesso, o mi rispondi in qualche modo che sei bravo in quello che fai e sei insostituibile!

Ti dico una cosa molto intelligente:

“I cimiteri sono pieni di insostituibile ”.

E vedi, la vita di un senzatetto, non importa quanto sia intelligente, affronta il crise:

Dove dormirò oggi:

Credimi, il senzatetto ha sempre, o quasi, un posto.

Un luogo “più o meno sicuro”. 😳😳😳

Questo luogo dove il senzatetto “sta” è un marciapiede ”.

Hai presente quella soglia di un negozio che è un po 'più indietro?

È lì!

Fino al giorno in cui qualcuno ordina di creare, in un fabbro, un “dispositivo” con “innumerevoli lance!

E la passeggiata è finita! 😡😡😡

Bene, ho avuto due storie molto inquietanti su questo fenomeno chiamato pioggia!

Le piogge nella vita dei senzatetto è l'Inferno di Dante per un santo sono solo fenomeni climatici / atmosferici? Non!

Uno di questi ha a che fare con un viaggio che ho fatto a Santos, con l'intenzione di lavorare come scaricatore di porto. I portuali hanno riso di me!

Ma questa non è l'occasione di cui voglio occuparmi ora in questo testo. Il fatto è che per dirti quello che ti dirò ora, devi spiegarlo.

Prima devo spiegare tutto il mio modus vivendi, che ho finito per sviluppare, di fronte all'assoluta mancanza di opzioni!

The Rains e tu, abitante di strada, come parte della decorazione

Arriva un momento, quando vivi per strada, che "diventi parte della decorazione". E, spiegando il facilmente spiegabile, sono diventato parte di questa “decorazione”.

Tutte quelle persone che, insieme a me, vivevano per strada o quelle che, in un modo o nell'altro, trascorrevano l'intera giornata per strada erano chiamate: ...

... La gente di strada. Perché le piogge nella vita dei senzatetto è l'inferno di Dante per un santo.

E far parte di questa compagnia aveva vantaggi e svantaggi. Il peggiore di questi svantaggi era essere ben noto agli investigatori della polizia e ai soldati della Polizia Militare, i quali, appunto, assurdi tra le assurdità, erano questi i Delegato José Wilson Richett, portarono persino quelli che erano già conosciuti, anche se sapevano che nessuno di loro (me compreso) rappresentava un pericolo, un rischio o una minaccia per la società, alla stazione di polizia del 3 ° distretto di polizia, lì in Rua Aurora.

Abuso di potere. Persino questi sciocchi scomparivano nei giorni e nelle notti di pioggia!

In notti come quella, o quella triste sequenza di quattro notti, narrato sul blog, ti chiederei di scoprirlo per me per uscirne!

Non ne sono orgoglioso. Ero così conosciuto che potrei dire di essere un habitué! Ogni volta che lo vedevo, facevo parte della quota giornaliera di persone che dovevano portare con sé per “scoprirlo”.

Per individuare i più giovani e coloro che, senza saperlo bene, affermano di essere l'estrema destra.

Santa pazienza con l'ignoranza di questi idioti!

Nemmeno i grandi militari del paese vogliono una cosa del genere!

Quella era l'ora, in cui qualsiasi investigatore o agente di polizia che guardava la persona e vedeva in lui "la possibilità di essere un criminale", aveva già il diritto di contestare.

Richiedi i tuoi documenti e, a fronte di una tessera di lavoro priva di registrazione attuale e aggiornata, portala, di fatto, in Questura.

Ci sono andato io. Sono stato preso con quel maledetto portafoglio firmato

Distorsioni sistematiche

Di conseguenza, si sono verificate distorsioni e la persona che è stata collocata all'interno del furgone non era sempre una persona con un permesso di lavoro non registrato.

Erano minorenni o donne che passavano per Avenida Rio Branco, poiché questa strada era ben nota, a quel tempo, per la più alta percentuale di prostitute per metro quadrato. Solo per ricordare Mi dà sui nervi!

Tuttavia, le donne che non c'entravano e che vivevano nella regione, sono state prese da queste persone pazze (migliore sistemazione) e messe in una cella per le indagini. Una donna che non aveva idea di come procedere quando qualcuno ha detto:

La scarpa, il letto e il bue

- "Getta la scarpa sul bue".

I prigionieri dormivano sul pavimento. Il pavimento era il letto, come osereste calpestare, con le scarpe delle strade, il “letto di questa gente”. La cosa stava iniziando a puzzare in quel momento. Ma…

Ci vediamo !!!!!!

E non era solo una e non c'erano due donne arrestate per indagini ed erano disperate. Molti di loro erano partiti solo per andare al negozio accanto e tornare in fretta, poiché a casa avevano lasciato la pentola a pressione a fuoco basso.

Ebbene, credo che i paragrafi precedenti parlino molto di cosa sia lo Stato di diritto.

L'elenco dei diritti umani violati.

A quei tempi era molto difficile.

Parla dei diritti umani!

Qualcuno che avesse il coraggio di difendere i diritti umani doveva avere le palle !!!.

Ma cito, ad esempio, Dom Evaristo Arns*. Un'icona tra i giganti.

Ciò che non manca oggi sono le persone che difendono i diritti umani, alzando bandiere che considero ambigue e dubbie. Per un esperimento, quando la Women's Advocate Commission mi ha aiutato a risolvere un problema molto difficile, avevo bisogno dell'aiuto della OAB Human Rights Commission. E il suo rappresentante era prolisso e voglio dirmi: non ti aiuteremo!

Eu fiquei P. da Vida
Era così che mi sentivo in quel momento, volendo dire VTMNC

Su questo argomento ho dato alcune prime battute nel testo precedente, dove riconosco la legittimità della difesa dei diritti umani delle persone che si trovano in uno stato di totale e totale vulnerabilità.

Persone che non sono in grado di prendere decisioni adeguate per la propria sopravvivenza e che si trovano già in evidenti condizioni di vita simili alla schiavitù!

All'epoca in cui vivevo per strada, non c'era niente del genere.

Anche essere minorenne. Nessuno dotato di buon senso riparerebbe un minore dai posti in cui andavo io. Luoghi che, a quei tempi, erano conosciuti come "puteiros".

Prostibles li ho assistiti

Erano edifici che, per qualche motivo che non riesco a distinguere, finirono per essere ammortizzati e svalutati. I loro proprietari (non capisco bene come si siano uniti) hanno preso accordi affinché ogni appartamento avesse, per il suo scopo, lo sfruttamento del pappone*.

Quello che so, in realtà, è che questi edifici avevano già queste funzioni completamente stabilite quando li ho scoperti.

La frequenza con cui ho visitato questi luoghi, mi ha fatto conoscere come un p ** eta! , una persona che ha frequentato questi edifici, senza la minima intenzione di contrarre i servizi di una prostituta, ma per trarre qualche beneficio e un po 'di piacere, ovviamente, dagli artifici che queste ragazze hanno usato, nella loro ansia di conquistare il cliente!

Il minore che è stato solo una volta per FEBEM!

Ma ero minorenne e, diciamo che avevo già un modo con le donne ... Quello che ho finito per ottenere è stata la cordialità di queste ragazze e, persino, dei proprietari e proprietari di questi appartamenti!

In questo modo, ho finito per trasformarmi in una specie di fattorino di questi "esercizi commerciali".

Allo stesso modo sono diventato noto anche ai dipendenti di questi edifici che, in genere, erano persone over 60, dimenticate dal “Sistema di Previdenza Sociale, e che, senza risorse per guadagnarsi la vita, finirono per lavorare in questi luoghi come operatori di ascensori , bidelli e facchini.

Il sistema, sempre il sistema

Erano i figli di un sistema economico che sembra stia cercando di riprendersi in questo Paese!

Ma, dato che non sono qui per parlare di politica, torno alla mia storia personale, dove colui che mi ha salvato la vita, in una determinata notte, era uno di quei facchini. Sapeva che la pioggia nella vita dei senzatetto è l'inferno di Dante per un santo!

Una di quelle sfortunate vittime del macabro e sadico sistema del capitalismo che sembra difendere solo, appunto, quell'1% dei più ricchi della nostra società, così simpatizzanti da meritare di essere rinchiusi in isolamento.

Penso che avevo 14, forse 15 anni e avrei comunque mangiato un sacco di merda nella mia vita.

So perché e dico che questo mi ha messo all'Inferno

Il fatto è accaduto in una certa notte, quando, non so nemmeno perché, non sono riuscito a comparire negli edifici, dove potrei dire che era “il mio territorio”.

Quella notte pioveva in brocche e non avevo idea di come mettermi al riparo. Una pioggia che alcuni avrebbero detto era Dio in carica, ma che, pensavo, era il diavolo che l'ha inviata!

Piove non lo so. Era solo una pioggia che non dava tregua

Il punto di tutto questo è che io, da tentativo in tentativo, ho finito per bussare alla porta di uno di questi facchini e ho chiesto di entrare. Dato che era già passata la mezzanotte e le attività dell'edificio erano terminate, era quello che avevo lasciato nel tentativo di ripararmi dalla pioggia.

L'edificio aveva una porta di metallo molto rumorosa, perché quando l'ho colpita, con un pugno chiuso, il suono poteva essere sentito in quasi tutti gli isolati del centro (ora chiamato il centro storico) della città di San Paolo.

La porta metallica aveva anche una finestrella che permetteva, a chi si prendeva cura dell'edificio durante la notte, di essere aperta o socchiusa e di guardare chi bussava negli orari in cui lo stabilimento era già chiuso, per sapere se aprire o meno la cosa benedetta. porta!

The Dialogue: Get me out of the Rains, by God

E attraverso quel portello, un uomo ha messo gli occhi fuori e mi ha chiesto cosa volevo.

- ”Devo entrare! Piove troppo! Ho molto freddo".

- “Non posso farti entrare! Se ti faccio entrare e la polizia si ferma qui, mi arresta e io non esco mai più dalla casa di detenzione! "  

Qui tra noi, probabilmente, quell'uomo aveva già sperimentato cose simili ed era coperto di ragione. Tuttavia, ero anche coperto di ragione e acqua!

La decisione finale: se devo morire, lasciami morire qui, alla tua porta

Ho risposto alla sua posizione qualcosa del genere:

  • “Se non apri la porta, finirò per morire qui! E dato che non ho nessun altro posto a cui rivolgermi, mi siederò fuori e vedrò cosa mi succede. Di sicuro morirò! "

Devo mettere qui che non ho detto esattamente in quei termini, perché, credo, non avevo un vocabolario del genere. Ma, in effetti, mi sono seduto lì e sono rimasto lì, perché la stanchezza era molto violenta ed ero già un po 'bagnato.

Meglio morire? O sarebbe meglio essere un gombo sul piatto del barbecue?

Credo che, in quel momento, ho capito che era meglio morire che continuare a vegetare in quel modo!

Ma non è durato nemmeno tre minuti. Quell'uomo, non so nemmeno perché, ha aperto la porta e, indicandomi, mi ha indicato che mi avvicinavo all'ascensore.

La porta dell'ascensore era aperta, ma la cabina dell'ascensore non c'era. Questo signore mi ha ordinato di entrare e mi ha dato una specie di "fodera per altri tappeti, quella cosa mal fatta che prude anche in un armadillo o in un coccodrillo, non lo so !!!".

Mi ha detto di non fare un solo capolino. Se l'ascensore fosse stato chiamato di nuovo, mi avrebbe ordinato di andarmene.

Se non hai capito cosa è successo, ho scritto in poche lettere cosa mi stava realmente accadendo.

Le piogge, il pozzo e la muffa hanno reso il mio sistema immunitario una squadra d'élite

Mi sdraiai nel pozzo dell'ascensore, che era pieno di spazzatura, con un odore di muffa infernale. Non ricordavo gli scarafaggi o il rischio di un morso o una mega urina di un topo. Sono rimasto lì, a guardare la cabina dell'ascensore, a circa 50 cm da me.

Sapevo che se non fossi stato lì sarei stato per strada e, per strada, quella notte, con quel freddo e quella pioggia, sarei sicuramente morto.

Due decenni dopo, mi è stata diagnosticata una persona con infezione da HIV. Se non fosse stato per quell'uomo, vittima di un sistema così perverso che qualcosa di simile non si troverà nell'inferno stesso, non sarei arrivato così lontano, e certamente non sarei qui a scriverti queste cose.

Flashback: In effetti, la notte di quelle piogge ne è valsa la pena!

Guardando indietro, rivivendo quella notte e sentendomi molto vivo qui, quell'odore di nuovo, tutto quello che so, capisco e credo è che Dio mi ha dato quella notte, o quella notte, una sorta di allenamento per il mio sistema immunitario che, da quel giorno è diventato qualcosa molto simile a una squadra d'élite!

E tutto questo, amici che mi leggono e nemici che mi leggono e mi odiano, sono cose e fatti per i quali sono grato a Dio! Di certo non avrei avuto la possibilità di essere qui se il mio sistema immunitario non fosse stato allenato così bene come stava quella notte!

Più guardo indietro, più capisco certe cose e, certo, più sono grato a Dio.

Pertanto, i miei amici lettori ei miei detrattori sempre ben visti, assicuratevi di una cosa: Tutto è come Dio desidera.

La tua opinione è importante! Per favore, fai la tua recensione su questo testo!

Grazie

[penci_review id = "167505 ″]

[analytify-stats metrics = "ga: newUsers" permission_view = "administrator"]

[analytify-stats metrics = "ga: percentNewSessions" permission_view = "administrator"]

[analytify-stats metrics = "ga: bounces" permission_view = "administrator"]

[analytify-stats metrics = "ga: sessionDuration" permission_view = "administrator"]

[analytify-stats metrics = "ga: uniquePageviews" permission_view = "administrator"]

https://soropositivo.org/2019/05/20/infeccoes-oportunistas-ois-e-importante-saber/

 


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie