C'è vita con l'HIV

Com'è la vita di una persona sieropositiva?

La vita di una persona sieropositiva di solito inizia difficile. Ma se hai pazienza e usi bene il tuo tempo, sicuramente migliora. Il mio è iniziato con grandi difficoltà e ora ...

Com'è la vita di una persona sieropositiva? La domanda si avvicina all'essere….

Ho un amico che cerca in rete domande frequenti sulla parola "sieropositivo", ad esempio.

E ha trovato una domanda che ho trovato piuttosto interessante e ho deciso di provare a rispondere dal mio punto di vista, perché, in effetti, tutto è una questione di prospettiva.

Nel diciannove novantaquattro, quando ho ricevuto la diagnosi, non c'erano cure come oggi e, quelle che lo hanno fatto, ci hanno dato una prospettiva di sei mesi di vita, ma con una cattiva qualità di vita e "la mia infezione "Da quel momento, la dottoressa Patrícia Maia Cippolari ha dovuto sopportare e concordare con il mio ragionamento:

Se deve morire, lasciami morire senza vomitare

“Drª, se ho solo altri sei mesi di vita, permettimi di viverli senza vomitare 6 volte al giorno.

Volevo solo sopravvivere, perché era quello che potevo sperare

E ho iniziato a vivere come nei testi di Sai in Chanderlier:
"Voglio vivere come il domani non esiste" - Voglio vivere come il domani non esiste -.

E ho provato a vivere così.

Una serie di “destini del destino, mi ha fatto finire in una casa di supporto.

Brenda Lee Support House. Pronto!

Ebbene, la cosa peggiore era non poter uscire in cerca di lavoro e così, ho iniziato a prendermi cura di un paziente, estremamente debilitato, affetto da Tubercolosi miliare che è la tubercolosi diffusa in tutto il corpo e io, sciocco com'era, ho osato immaginare che il mio sostegno potesse avere la forza e il desiderio di riprendersi, ma lui non si riprese.

Per saperne di più puoi andare nel menu o cliccare sul seguente link, che si apre in un'altra scheda e parla di me, in modo diverso, in una prospettiva diversa, in Cláudio Afonso.

C'è un'altra mia testimonianza, da un tempo in cui vivevo da sieropositivo e, a quel punto, non ero "nessuno", solo un senzatetto che nessuno ha onorato nemmeno con un "secondo sguardo" ....

Le quattro notti

Racconto in "Le quattro notti ", anche in un'altra finestra.

La mia vita da sieropositivo non è molto diversa dalla tua.
Faccio tre pasti importanti ogni giorno e, quando ho pazienza, faccio “altri pasti intermedi”, ma per la verità vengo spostato al caffè.

Dal momento in cui ho iniziato questo testo, fino ad ora, sono già vicino al terzo caffè. Credo che ciò sia dovuto a una sorta di “memoria affettiva”, perché quando ero un senzatetto, e ci andavo due volte, l'unica cosa che potevo bere ancora calda era il caffè.

Faccio l'amore

Ma faccio l'amore come tutti gli altri, con la differenza che ho 55 anni e la vita sessuale di un uomo di 55 anni non è la stessa, né per intensità né per quantità, la stessa che avevo, per esempio, a 25 anni.

Ebbene, per esempio, ieri, il diciottesimo novembre del duemiladiciassette, ero, con mia moglie, mia figlia e mio genero, in un teatro, a guardare un'eccellente commedia intitolata "Il Buddha spezzato".

Priscilla Schollz

Ottimo pezzo con una buona interpretazione dell'attore Flávio Costa e una genialità intergalattica di Priscila Schollz, a cui l'ho detto personalmente.

A volte vado al cinema.

Sono dipendente da alcune serie ...
Praticamente tutta la Marvel, mi piacciono anche "The Flash" e Archer, così come Star Trek Voyager e Star Trek Discovery, il cui ultimo episodio, credo l'ottavo, mi abbia quasi ucciso dall'ansia.

Mi piace anche Downton Abbey, mi piaceva già House of Cards, ma hanno sbagliato quando hanno portato la serie in guerra e non ho nemmeno visto il primo episodio.

Ora, senza Underwood, che ora vedo come è stato facile per lui incarnare questo personaggio, poi ha piegato subito la biella!

Ho un passato brillante e oscuro, e non conterò vantaggi in relazione al mio “splendore”, anche se mi manca essere ratificato come celebrità relativa; ma, anche, mi rifiuto di essere un "imputato confessato delle mie oscurità".

Planetoide non facilita e non facilita per ovvi motivi
, Como é a vida de um soropositivo?, Blog Soropositivo
Foto di Felipe Observa, 22 dicembre 2018

Su questo planetoide, piuttosto arcaico, ce ne sono pochissimi che non portano con sé le ombre.

Il mio trattamento è semplice oggigiorno, perché prendo quattro pillole per l'HIV una volta al giorno.

E per altre cose, solo altre venti, per altre cose.

La cosa brutta di tutto questo è l'invecchiamento precoce e, in breve tempo, avrò tradotto un testo che parla dei processi di invecchiamento precoce nelle persone affette da HIV e con più di 50 anni.

Porcellini d'India con più di 50 anni? Chissà….

Io, mia moglie, alcuni amici e amici siamo anche i primi a iniziare a convivere con questo (...,) e, naturalmente, siamo e saremo cavie.

Sai, ho vissuto in un'epoca in cui si raccomandava di iniziare il trattamento antiretrovirale solo e solo quando la carica virale raggiungeva le 350 cellule per millilitro di sangue e ho passato anni, anni e anni a non prendere nulla.

Lo studio START

Oggi, si sa, prima inizia il trattamento, meglio è.
Mi sento derubato!

Rubato in CD4 e terapia, in salute e aspettativa di vita.
Bene, mi è stata diagnosticata in un momento in cui era difficile sapere se ci sarebbe stato un domani, come dice SIA in Chanderlier:

Dondolo dal lampadario, dal lampadario
Vivrò come se il domani non esistesse
Come se non esistesse
Volerò come un uccello per tutta la notte
Senti le mie lacrime mentre si asciugano
Dondolo dal lampadario, dal lampadario

Lo studio è arrivato in ritardo

E ... quindi, il futuro non è così grande per me, ma molte persone si sono trovate sieropositive nel 2002, ad esempio, o nel 2007 ... e ... sono state anche rubate perché lo "Studio Start" è iniziato, voglio credere, in 2012 e solo, ancora una volta voglio credere, nel 2014 o 2015 e ora, felicemente e finalmente, il trattamento inizia il prima possibile e, nelle parti in cui la civiltà ha raggiunto fasi migliori, nei grandi centri ... San Paolo ... oserei dico Rio de Janeiro, ma saccheggiare le casse pubbliche in questo stato mi ricorda qualcosa come la serie "Gotham" e, in questo momento, ho paura di dire che Rio Branco, ad Acre, ha un HDI (Indice di sviluppo umano) fare coppia e passare con la capitale Rio de Janeiro dove, nei centri medici, manca addirittura la carta igienica e questa è la P che P me!

Progetto a casa

Comunque, se vuoi sapere come vivo, vado in una palestra che è un progetto chiamato Lá a casa, (andiamo) da Rosely Tardelli, che porta a "Agenzia di stampa dell'AIDS".

Il che fa molto bene a me, e anche a mia moglie Mara, che la maggior parte delle persone conosce il nome, ma pochi li hanno visti e io faccio due sequenze sul tapis roulant, una di 55 minuti, poi una sessione di quattro esercizi di allenamento con i pesi e altri 45 minuti sul tapis roulant (sì, sto bene, grazie) e questo è il mio modo di vivere, come essere umano. E sieropositivo, perché è quello che vuoi sapere.

La vita, per me, con l'eccezione di un maggior numero di punti di controllo in clinica, è buona o cattiva come quella di chiunque altro.

Cerca e troverai, insegnò il Maestro.

E prima che tu mi chiami religioso X o religioso Y ... mi sono stancato delle religioni e, per cercare di spiegare, sono, infatti, qualcuno che cerca, male e crudelmente, di essere "un seguace del sentiero".

Quale via?
Dove porta?
Ebbene, dovrai scegliere da che parte andare, in modo da poter sapere dove ognuno di voi che mi legge, dove sta andando, perché il mio destino ... Mi interessa solo. e per finire:

C'è vita con l'HIV. PUNTO
Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!



Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

WhatsApp WhatsApp Us
Ciao! Sono Beto Volpe! Voler parlare? Di Ciao! Ma tieni presente che lavoro qui dalle 9:00 alle 20:XNUMX.