C'è vita con l'HIV

Guarda! C'è vita con l'HIV

L'istruzione superiore è associata a migliori risultati di salute dopo l'inizio della terapia virale anti-retrò

Rappresentazione grafica del virus.

Le persone con HIV che hanno meno istruzione hanno risultati peggiori dopo aver iniziato la terapia antiretrovirale [ARTE], secondo i dati di un'ampia coorte di collaborazione europea pubblicati nell'edizione online di Revista AIDS. I tassi di mortalità e AIDS sono diminuiti con l'aumentare del livello di istruzione e istruzione è stato anche associato alla soppressione virale e alla conta dei CD4 al momento dell'inizio della terapia antiretrovirale.

"Le marcate differenze nella mortalità e nella risposta clinica alla terapia antiretrovirale non potevano essere spiegate interamente dal ritardo nella diagnosi di infezione da HIV o l'inizio tardivo della terapia antiretrovirale, poiché le differenze sono rimaste anche dopo le analisi limitate a coloro che hanno iniziato il trattamento con CD4 > 350 cellule / mm3 e senza precedenti diagnosi di AIDS ”, hanno commentato gli autori. "Le associazioni che troviamo tra scolarizzazione e risultati clinici sono probabilmente mediate da mezzi materiali e, ovviamente, percorsi psicosociali".

Ho bisogno o devo dire qualcosa? (...)

Anche nei Paesi con libero accesso all'assistenza sanitaria, il gruppo che costituisce la “base della Piramide Sociale”, con status socioeconomico inferiore è associato a peggiori risultati di salute. Ricercatori provenienti da un'ampia collaborazione di diversi studi di coorte sull'HIV e dalla collaborazione di studio osservazionale Indagine epidemiologica sull'HIV in Europa, è un approccio coerente () - e ha già dimostrato che la diagnosi tardiva dell'HIV e l'inizio della terapia antiretrovirale con una bassa conta di CD4 sono associati a livelli di istruzione inferiori.

I ricercatori ora volevano vedere se le disparità nei risultati di salute attraverso l'istruzione persistessero dopo l'inizio della terapia antiretrovirale.

Pertanto, uno studio è stato progettato per esaminare le differenze per livello di istruzione nella mortalità e nuovi aiuti dopo l'inizio della terapia antiretrovirale [ART] e anche la soppressione virale e le variazioni nella conta dei CD4.

I dati di 15 studi di coorte in otto paesi erano disponibili per l'analisi. I pazienti adulti che hanno iniziato la terapia antiretrovirale per la prima fase tra il 1996 e il 2013 erano eleggibili per l'inclusione. La scuola è stata normalizzata tra le coorti.

I principali risultati sono stati:

  • Tutte le cause di mortalità.
  • Nuovo evento di AIDS o morte.
  • Soppressione virologica: due misurazioni successive della carica virale inferiore a 400 copie / ml. (Nota del traduttore: era ciò che si poteva misurare nel 2013 - oggi ci sono test, generalmente utilizzati nella ricerca, in grado di rilevare conteggi maggiori di sole cinque copie di HIV RNA)
  • Aumento della conta delle cellule CD4 durante i primi sei anni di terapia antiretrovirale.

I risultati sono stati aggiustati per valutare le differenziazioni come il sesso, l'età in cui è iniziata la terapia antiretrovirale, l'ora in cui è iniziata la terapia antiretrovirale (prima del 2001; 2001-2004; 2005-2008; 2009-2013), metà contagio, terapia antiretrovirale prima della misurazione della carica virale e / o della conta dei CD4; misurazione della carica virale pre-ART contro l'AIDS e tipo di terapia antiretrovirale.

Un totale di 24,069 persone erano eleggibili per l'inclusione. Complessivamente, il 9% non aveva completato l'istruzione primaria; Il 32% aveva solo l'istruzione primaria; Il 44% aveva completato l'istruzione secondaria e il 14% aveva un'istruzione universitaria o equivalente.

Gli individui con un livello di scuola superiore erano più prominenti in quanto maschi e appartenenti al gruppo di contagio rappresentato come MSM (Uomini che fanno sesso con altri uomini - ATTENZIONE DONNE SPOSATE). Un quinto delle donne aveva un livello di istruzione inferiore.

C'era un'associazione tra istruzione e mortalità. Durante 132,507 anni-persona di analisi, 1081 persone sono morte. La mortalità è diminuita con l'aumento del livello di istruzione (p <0,001) e queste differenze persistevano nei modelli che erano stati precedentemente aggiustati per potenziali fattori di errore. Le persone con un'istruzione universitaria avevano un rischio di morte inferiore rispetto a tutti gli altri gruppi di istruzione. Un modello simile di mortalità era presente in un'analisi che controllava il momento dell'inizio della terapia antiretrovirale, la conta dei CD4, l'inizio della terapia antiretrovirale prima dell'AIDS e anche l'età al momento in cui il trattamento è stato iniziato.

Era presente anche una significativa associazione tra livello di istruzione, mortalità e AIDS. Oltre 122,765 anni-persona, ci sono state 2598 nuove manifestazioni cliniche o decessi. Le differenze nell'incidenza di AIDS / morte per livello di istruzione erano ancora più pronunciate rispetto al solo decesso (p <0,001).

Non è necessario essere un genio della statistica per collegare la povertà con un livello di istruzione inferiore e quello con l'AIDS. Sì, che ci crediate o no, il mio caso.
Sono uscito di casa presto, non potevo seguire un programma scolastico (sic) e non ho ricevuto, dal Burattino che ho ricevuto come padre in questo mondo, alcuna nozione sui sentimenti, la famiglia, il rispetto, la sessualità, la morale e altre cose che, in un modo o dall'altra le strade insegnano, facendo pagare un prezzo altissimo. Ho pagato il mio e, ironia delle ironie, ho rinunciato a un corso all'UNIFESP per la formazione in Letteratura, perché per fare francese avevo due lezioni settimanali di greco e questo si può trovare solo nelle raffinate tecniche di tortura dei tirapiedi di Kublai Khan.

Un anno dopo l'inizio della terapia contro l'HIV, il 77% dei pazienti aveva raggiunto la soppressione virale. Questo risultato è stato raggiunto dal 67% delle persone con un'istruzione primaria incompleta, dall'85% delle persone con un'istruzione primaria, dall'82% delle persone con un'istruzione secondaria e dall'87% delle persone che hanno frequentato un'università (p <0,001).

Le differenze nei risultati tra i gruppi sono diventate meno pronunciate nel tempo e hanno cessato di essere significative dopo dieci anni di terapia. Dopo aver aggiustato per possibili fattori di errore, quelli con istruzione primaria o istruzione primaria incompleta avevano probabilità di ottenere una risposta virologica inferiore, rispettivamente, solo del XNUMX% e del XNUMX% rispetto ai pazienti che frequentavano il college.

Tornando ai risultati immunologici, i dati hanno mostrato che maggiore è il livello di istruzione raggiunto, maggiore è il numero di CD4 all'inizio dell'ART. Tuttavia, non vi erano prove che il livello di istruzione fosse associato a un recupero della conta dei CD4 sei mesi dopo l'inizio della terapia.

"I pazienti HIV positivi in ​​terapia antiretrovirale di combinazione che avevano meno istruzione avevano una mortalità più alta, tassi più alti di eventi clinici e peggio dei pazienti con migliori risposte alla cura, per quanto riguarda la carica virale che avevano più istruzione, scrivono autori. "Abbiamo osservato tali differenze di salute per un periodo di diciotto anni in otto paesi europei in cui l'accesso all'assistenza sanitaria e all'ART è universale".

Tradotto da Cláudio Souza- do Originale in inglese all'indirizzo Livello di istruzione associato ai risultati di salute dopo l'inizio della terapia contro l'HIV scritto da Michael Carter e originariamente pubblicato in AIDSMAP.COM l'11 ottobre 2016. Recensito da Mara de Macedo.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Parla con Claudio Souza