C'è vita con l'HIV

Stigma di HIV e AIDS

Domanda: qual è il concetto di stigma sociale?

Estigma, HIV e AIDSLo stigma dell'HIV e dell'AIDS è stato una costante nella mia vita. Nel 2000 ho preso una posizione, sono diventato una persona che vive pubblicamente con l'HIV. I prezzi che ho pagato, e ancora pagato, sono stati addebitati nel campo della vita sociale

Stavo pensando un po 'qui, credo, un po', per non bruciare più neuroni del solito. Ho riflettuto su questo punto del testo

Stigma HIV e AIDS ⇿ Come affrontano le persone affette da HIV? Pulire il ghiaccio ...

“Nello stigma, un sistema di credenze è davvero condiviso dallo stigmatizzatore e da chi è stigmatizzato. Lo stigmatizzatore teme di diventare il tipo di persona che odia, e la persona stigmatizzata sente [quella] [in] vergogna ... Lo stigma ha il controllo sulle persone: è ciò che è così tossico e ingiusto in tutto questo ”.

Ricevo, sul mio WhatsApp (+55 11 940 675), persone che, per un motivo o per l'altro, sono arrivate a credere di aver contratto l'HIV. Queste persone spesso fanno dozzine, anche centinaia di test per la presenza dell'HIV e non sono mai in grado di accettare il risultato non reattivo.

Credono di "meritare di avere il virus". Per loro, l'HIV è una punizione.

... È per mia moglie e mia figlia ... Me lo merito (Avendo l'HIV)

 

Lo stigma dell'HIV e dell'AIDS è una costante nella mia vita. Ad un certo punto, in passato, ho preso una certa posizione in merito discorso è venuto da "un consulente".

La moglie era incinta e refrattaria, come in alcuni casi, ai rapporti sessuali con il marito. Credo che questo sia quasi antropologico e abbia, in fondo, una qualche relazione con l'istinto riproduttivo temporaneamente consumato; ma, in queste lezioni, riconosco che viaggio.

Ebbene, il nostro amico e carattere (personalità) non riesce a trattenersi, e capisco che, in fondo, la coppia aveva 27 e 26 anni, e ricorreva ai servizi di un professionista che, non capisco questo punto, faceva il lavoro senza preservativi. Ci tengo a queste ragazze e voglio parlarle brevemente.

Parlando con i professionisti del sesso:

“Giovani donne, per quanto vi possa sembrare - non ha l'AIDS, non sembra chi ce l'ha”, chi vede una faccia non vede l'AIDS! E vedi, non importa quanto R $ 100,00, R $ 300,000 o R $ 1.000,00 in più per evitare di dover usare un preservativo, non vale assolutamente nulla che tu possa fare con questo "denaro"!

 

So cosa sto dicendo, dopo quasi trent'anni di convivenza con l'HIV! Bene, questo ragazzo che me l'ha detto non è altro che quello che segue di seguito ha detto:

"Questa è una malattia di persone cattive, di cattivo carattere, di natura dubbiosa che tradisce la moglie o il marito, tra le altre cose"!

È necessario citare Sílvia Almeida, vedova, madre di tre figli:

L'HIV non cambia il carattere delle persone

E non è solo in questa linea di pensiero. Quando le persone vengono da me, o rimangono "lì", assorbite dalle loro paure, tutto ciò che dicono o pensano e temono contro se stesse, in generale, è esattamente ciò che pensano di me (noi) come persona (persone) con cui convive HIV o AIDS.

Riassumendo l'AIDS

Ho in testa un testo sull'HIV / AIDS e le somatizzazioni che un giorno, giuro, pubblicherò, ma guarda, conosco persone che “hanno TUTTI i SINTOMI dell'AIDS”! E sono vivi, senza cure, dopo quattro anni!

La spina non cade?

Sono rattristato per aver raggiunto queste conclusioni, ma non sto scrivendo queste cose sulla base di una scoperta! Sono righe, righe e righe, uguali nel contesto, anche se diverse nel contenuto che mostrano molte cose e, tra queste, anche una completa e completa ignoranza dei fatti sull'AIDS e negazione della somatizzazione, anche quando chiaramente approvato.

NON SONO PAZZO (R) E la somatizzazione non lo fa.

Ignoranza nel mezzo dell'informazione

Spesso le persone che vengono da me mi dimostrano chiaramente che non sanno nulla di HIV / AIDS e in questi giorni, oltre al mio blog, con più di 650 post, ci sono una pletora di ottimi siti tra tanti altri pessimi.

Le persone arrivano a credere di aver contratto l'HIV meno di tre mesi fa e iniziano a "mostrare" segni di malattie opportunistiche. Proprio ora, la mattina del 17 aprile 2021, abbiamo sentito BAND fare una storia di quasi 30 minuti sull'AIDS. Non l'abbiamo mai visto in TV prima!

Questione molto illuminante, mi meriterei, credo, un momento migliore. Ma devono ripeterlo, spero.

L'AIDS, il grande stigmatizzatore, ritarda a emergere

Il fatto è che mostra ciò che quasi nessuno mostra. Tra il momento in cui una persona contrae l'HIV fino al momento in cui il ciclo di vita dall'HIV ha consumato risorse organiche fino a quando il deficit immunologico, l'AIDS, può passare da dieci a venti anni senza cure.

L'altro giorno stavo parlando con una ragazza, che mi ha bloccato (cancellazione?) Quando ha scoperto il mio lato umano, e sono rimasto sbalordito quando le ho detto che potrebbero volerci almeno cinque anni per iniziare ad avere complicazioni. L'ho sondata e, in effetti, non ne aveva idea.

Estigma HIV e AIDSQuesta ignoranza, endemica, moltiplica la sofferenza, diffonde paure, genera anche test quotidiani su alcune persone, consumando preziose risorse economiche, mentre circa 100.000 persone hanno l'HIV e non lo sanno!

Comunque, lo stigma contro l'HIV / AIDS aiuta a complicare molto le cose. E chiarire, chiarire e chiarire è dovere di tutti, di tutti e di tutti.

 

Pertanto, spesso mi sento così:

Pulendo il ghiaccio.

Claudio Souza

Se ti è piaciuto questo testo, ti potrebbe piacere questo: Pulendo il ghiaccio

O questo: AIDS e legalità negata.

 

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Salve, vorrei ricevere aggiornamenti? Si o no! :-)
Respingere
Consenti notifiche