HIV + Sono un reagente

HIV + Sono un reagente, e adesso? E Claudio ti dice: è la vita che va avanti!

In alcuni paesi, non tutti coloro che hanno bisogno di cure per l'HIV possono ottenerlo. Allo stesso modo, in Brasile, 25 o 30 anni fas, non esisteva un trattamento efficace per l'HIV. In queste circostanze, molte persone con HIV sono morte prematuramente e in modo terribile!

E questi morti, così come i loro parenti, non vogliono scuse. Preferiscono il rispetto. Sono ben consapevole del rischio di traffico inverso. Ma sarebbe venuto dalla folla ...

E questo non è più il caso delle persone che vivono con l'HIV in Brasile. Grazie alla medicina moderna, al rispetto quotidiano dei diritti umani, la maggior parte delle persone vive una vita lunga e sana se diagnosticata prematuramente.

Le persone in trattamento contro l'HIV che proteggono il loro sistema immunitario e mantengono la loro carica virale "non rilevabile" possono aspettarsi di vivere fino a quando le persone che non hanno l'HIV. 

Ad esempio, qualcuno che inizia il trattamento all'età di 35 anni dovrebbe vivere fino a 80 anni. Me l'ha detto la Drª Angela due anni fa e, sì, da allora è stato pubblicato qui! Clicca su "AIDS, adesso, senza diagnosi per sognare, normale aspettativa di vita"! Spetta a me chiedere a tutti: cosa è “normale”?

L'HIV non deve impedirti di andare avanti con il resto della tua vita. Molte persone che convivono con l'HIV si prendono cura della propria salute più che mai. Alcune persone attraversano un periodo di adattamento e riconsiderano le loro priorità. Ma la maggior parte delle persone che convivono con l'HIV continua con i loro soliti lavori e attività. L'HIV non dovrebbe impedirti di avere relazioni, avere figli o fare progetti per il futuro.

Avere un bambino

Ogni anno in Brasile, più di mille donne che convivono con l'HIV partoriscono e quasi tutte hanno bambini sani che non hanno l'HIV. La trasmissione dell'HIV dalla madre al bambino può essere prevenuta:

  • assunzione di farmaci anti-HIV durante la gravidanza,
  • non l'allattamento al seno e
  • dando al bambino il nuovo farmaco anti-HIV per alcune settimane.

L'assunzione di cure per l'HIV durante la gravidanza proteggerà il tuo bambino dall'HIV e potresti averne bisogno anche per la tua salute. Se i farmaci riducono la quantità di HIV nel sangue a livelli molto bassi, di solito si può avere un parto vaginale.

Grazie a queste misure di sicurezza, il 99,7% dei bambini nati da donne che vivono con l'HIV in Brasile non hanno l'HIV.

Se stai pensando di avere un bambino ma non sei ancora incinta, è una buona idea parlare con il tuo medico di come puoi prepararti per una gravidanza sana. 

Diventa un genitore 

L'HIV può essere trasmesso da madre a figlio durante la gravidanza, ma non può essere trasmesso direttamente da padre a figlio. 

Ma ora ci sono grandi progressi! Inizialmente la città di Santos, che ha debellato la nascita di bambini con HIV almeno cinque anni fa, e poi lo Stato di San Paolo, hanno completamente sradicato anche la nascita di bambini con HIV!

E ho speranze in questo. Se c'è volontà politica, perché dipende sempre da essa, presto il Brasile inter

Il tuo medico può consigliare te e il tuo partner su come possono avere tuo figlio senza che contragga l'HIV. Se stai assumendo un trattamento per l'HIV, prendi sempre le tue pillole e hai una carica virale non rilevabile per almeno sei mesi, non dovrai preoccuparti di trasmettere l'HIV.