C'è vita con l'HIV

Oggi, 13 novembre 2016, Cláudio Souza compie 22 anni di vita con l'HIV.

claudius13 novembre 2016, Cláudio Souza completa 22 anni di vita con l'HIV

Molte persone sono nate in questa data e, se mi stai leggendo adesso, sei nato esattamente in questo giorno fermati e pensa: "Quanto ho vissuto da quando sono nato"!

E sicuramente ti ricorderai, ad un certo punto, di aver avuto il desiderio di avere 18 anni e non essere un "minorenne" per poter, ad esempio, entrare in un hotel con quella persona speciale, che probabilmente non sarebbe stata la prima, ma ... , ma è stata la prima conquista che hai fatto dopo essere stato “Uomo Consacrato”!

Allora pensa a me. Ma non con gli occhi della pietà, perché la pietà è il sentimento peggiore che qualcuno possa provare per me, soprattutto se lo noto ...

Guardami con gli occhi della ragione e vedi che ho smesso di contare la polmonite quando avevo circa l'ottavo anno e che avevo la pneumocistosi, polmonite causata da un agente eziologico particolarmente aggressivo che, di regola, uccide in tre giorni; e nonostante ciò, sono sopravvissuto!

Nella lista degli incidenti che ho avuto con la mia salute, c'è una diagnosi di embolia polmonare ricorrente (ne ho avuti due), un infarto, due meningiti, una causata da criptococco, un altro agente eziologico molto aggressivo e, nonostante tutto, io Sono ancora qui a scrivere.

Ma questo non è niente. Quando mi è stata diagnosticata ero un DJ e avevo un calendario elettronico con più di trecento contatti e, a dire il vero, credo di averne chiamati una ventina e quando le risposte hanno iniziato a diventare ripetitive ho capito che sarebbe stato inutile perdere tempo e chiamalo "offerta per cercare di trovare aiuto".

Sono tornato in piazza all'età di trent'anni; e dico che sono tornato perché, dai dodici ai diciassette anni e un po ', ero un senzatetto. Ma quello era già un contatto e basta guardare nella sessione di testimonianze (storie positive (sic)) e cercare Cláudio Souza. Penso che sia solo Claudio o Claudio (nome dell'imperatore) e sinonimo di "lo zoppo". Sì, lo so, ho sbagliato molto ... 🙁

 

C'è anche il dettaglio rilevante da informare qui:

Probabilmente a marzo, in una data non ancora determinata, uscirà il libro dei miei ricordi (o la parte pubblicabile di esso) dal titolo: Memories of a Man of the Night, che è una versione diversa da quella data dalle donne della notte (...) e, forse, loquace come i loro ... (...) ...

Degli “amici di allora” ne è rimasto uno solo, che mi parla solo quando chiamo e, visto che il costo della telefonata è lo stesso, dovrebbe esserci una reciprocità, che c'è e vado mesi e mesi senza chiamarlo.

Un'amica, Elisabete Castro, -Bete, cercami ... -, che ha gestito, per me, un posto nella Casa de Apoio Brenda Lee e lì ho potuto, in tre mesi, riprendere il mio peso normale, da quel momento, che era di 100KG. Ma il anjo_deprimido-825x510L'atmosfera nella casa di supporto era terribile e, per non impazzire dentro, visto che non potevo uscire a cercare lavoro (ero una statistica che serviva a garantire più soldi). Se qualcuno può spiegarmi come un caporale della polizia, in quel momento, poteva avere un Gol GTI 2.0, ne sarò molto soddisfatto, perché era lui che, dopo una serie di “colpi di Stato”, aveva assunto la presidenza della Camera e quindi sì, è stato incredibile…

Ma per me non era molto, perché dovevo accompagnando una persona, Waldir, che era fisicamente incapace di prendersi cura di se stesso e, poiché i suoi bisogni erano piccoli, ho sempre avuto tempo per aiutare a sostenere altri pazienti, per dare loro qualche speranza (che non avevo, considerando che il cocktail, come ti piace chiamarlo, non era ancora stato "inventato"!

Lì ho fatto molti amici e ricordo un periodo di circa un mese in cui non ho passato un solo giorno senza partecipare a un funerale pensando a quando sarebbe diventato il mio ... (...) ...

Lui, il funerale, non è ancora arrivato.

È certo che arriverà, ma non me ne preoccupo.

Prima di scoprire di avere l'HIV, ero, quindi, una sorta di "delinquente emotivo", che non risparmiava sforzi per conquistare una donna, anche se questo significava doverle dire "qualche bugia" ...

Medicines with word Aids on pink backgroundQuello è cambiato. Nella prima battuta che ho fatto con il dottor Guadalupe che mi diceva che avrei dovuto andare al CRT-A per avere un test di conferma per l'HIV, perché il mio primo test era positivo.

Da allora ho subito un immenso rinnovamento intimo e oserei dire di me stesso, ora, che sono una persona migliore e soprattutto ora che ho trovato un analista che è stato persino in grado di aiutarmi a recuperare cose che la mia coscienza mi aveva nascosto per non essere in grado di affrontarli, Maíra. Sì, sono impaziente, a volte dura con le parole e, in certe situazioni, il mio discorso è più simile a quello di uno scaricatore di porto al molo di Santos, che a quello di una persona che, vivendo per strada, per la prima volta, a volte non avevo niente da mangiare per comprare un libro, leggerlo, guadagnare soldi per un altro. Leggilo e scambialo con una terza persona, e così via, mi stavo istruendo, in mezzo alla ferocia delle strade, dove, molte volte, mangiavo spazzatura di MC Donalds ...

Questo non fa parte di questa storia, ma io, dopo aver superato due case di sostegno, mi sono convinto che non ci sarebbe stata nessuna casa di sostegno per me e sono sceso in piazza.

Raccoglievo cartone, tiravo quei carretti, dovevo scegliere tra mangiare o dormire, ma ho iniziato a fare il mio. Un giorno avevo R $ 15,00 in tasca, sono andato alla galleria Pajé, ho comprato dieci di quegli animali virtuali, ho parlato con qualcuno e lei mi ha rilasciato per lavorare in quella strada e sono andato.

Ho gridato: "Guarda l'animale virtuale per cinque reais"!

E venduto come l'acqua. In poco tempo riuscii ad affittare una stanza in una pensione, e da poco abitavo in una casa lì a Jardim Maria Dirce, a Guarulhos. Ho incontrato una persona che, in teoria, avrebbe accettato la mia condizione, "per amarmi" e ho visto che non era proprio così il giorno in cui ha detto:

- "Che merda malata hai"!

E ho pensato: "Che spazzatura da donna mi sono procurato"!

A set of comic bubbles and elements with halftone shadows.

L'avevo incontrata in una discoteca e all'inizio temevo per il futuro di quella relazione, e anche così ho provato tutto quello che potevo, mi sono persino trasferita nella sua città natale, all'interno di San Paolo e, col tempo, l'ho visto la relazione non sarebbe progredita dopo litigi e altri litigi, mi sono stancato, e un giorno, in un momento in cui non dormivo nello stesso letto con lei, mi sono svegliato, e ricordo, era un sabato mattina e l'ho vista seduta al tavolo e ha detto:

"Buongiorno".

Non ha risposto e io sono stato più assertivo:

- "Ho detto buongiorno"

E lei mi ha lasciato con questo:

-"COME POSSO PASSARE UNA BUONA GIORNATA SE LA PRIMA PERSONA CHE VEDO SEI TU"?

Avevo già preso la decisione di separarmi da lei e di colpire quella pallavolo:

"Non preoccuparti più, tra meno di una settimana non ci saranno più tracce della mia presenza nella tua vita"

Il caso è peggiorato perché un membro della sua famiglia ha chiesto se una cosa del genere (sierologia sieropositiva all'HIV) fosse reale e il diavolo ha detto che non sapeva nulla.

Mi ha fatto sembrare un mascalzone.

Ódio temporário
Io, incazzato, per la bugia raccontata da quella donna

 

Questo non fece che aumentare la mia rabbia e quella stessa notte mi trasferii a San Paolo e trascorsi del tempo in un hotel, assistito da una persona che mi teneva in grande stima e, a un certo punto, zoppicai e tradivo la sua fiducia. A mia difesa, sotto questo aspetto, ma posso solo dire che questa persona che mi ha sostenuto è stata anche la causa primaria di tutto lo squilibrio psichiatrico in cui sono stata trattenuta e, in una notte pazza ... ho speso R $ 3.000,00 per ragazze di programma, cercando di proiettare su uno qualsiasi di questi, quello che io, all'epoca, amavo davvero (Elena di Capri, questi tempi sono passati, tu sei, oggi, un ricordo a volte dolce, a volte amaro, sai, lo so lo sai ...).

Comunque, sono tornato a San Paolo.

C'erano altri rapporti, è vero, e purtroppo ho sbagliato con qualcuno e mi piacerebbe molto poter sapere se si sono già allontanati dai fatti e che hanno visto che non ero centrato (ero completamente pazzo, cercando in dozzine di donne quello che non potrei mai trovare, perché ogni persona è una persona è una persona e non c'è nessun altro uguale, ad eccezione dei gemelli, e che non vedevano le cose chiaramente, quello che ho fatto in una notte di follia non lo farei mai se era sana di mente e Dio sa cosa ho perso con quello, e che mi ha perdonato! ... Ma non so se, un giorno, sarà in grado di vederlo e, se lo ha fatto, credo anche che non potrò sapere ... (...) ...

Quello che non so se conosci è il buco in cui sono stato costretto ad entrare, un kit di meno di 30 mq, con una disposizione quasi triangolare, dove, pur avendo avuto dei bei tempi, era uno dei posti peggiori in cui mi Ho vissuto, comprese le strade ...

 

Marita
È stato nel modo in cui ho visto questa persona che la mia vita ha iniziato a cambiare ...

Comunque dopo poco più di un anno di follia ho deciso di farla finita, la follia in cui stavo iniziando a distruggermi, in un contesto impubblicabile, ho preso il cellulare e ho chiamato la persona che, oltre 15 anni fa , è stato mio amico, amante e compagno; "Un complice"

HI!

HI!

Puoi fermarti oggi?

Oggi non posso.

Poi ho rischiato tutto e ho pensato: Alea Jacta Est:

Le ho detto che volevo vivere con lei, essere una coppia.

Ha chiesto che il mio sogno ad occhi aperti fosse finito. Ero irremovibile: è finita!

Abbiamo parlato al ... cellulare per cinque o dieci minuti forse quindici minuti! (Non importa! Ricordo solo di aver perso la cognizione del tempo una settimana dopo che vivevamo insieme! E questo va avanti da quasi quindici anni),

Qui un breve omaggio

https://www.youtube.com/watch?v=kxNkDKJSHKI

marocaMara T, M .: Questa canzone è stata l'idealizzazione di Juca Chaves. L'hai fatto per me.

Ti amo oggi più di ieri e, sono sicuro, domani ti amerò ancora di più ...

E non sarei stato in grado di realizzare questo poco che faccio, tranne te !!!!!!!!!!!! 🙂

Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie
Stili di vitaViaggiModabellezza