C'è vita con l'HIV

Jackye, the Bee (hum, hum) 10 anni con l'HIV

working bee
Jackye sarebbe stata la donna della mia vita, se fosse stato scritto che sarebbe stata la donna della mia vita ... io non ero ... E l'ho lasciata andare, anche se niente poteva fermarla nella sua ricerca di appagamento! ... Il fatto è che sono passati molti anni prima di trovare la donna della mia vita e, ad essere onesti, l'ho fatto. Quello che voglio di più per Faz Zum Zum, è che abbia trovato un uomo anticonformista, capace di voler cambiare il mondo, come ci provo, perché solo questo potrebbe soddisfare questa ragazza dai capelli ricci, come ho visto, in un ritratto in bianco e nero , che mi ha inviato da ICQ, in un momento in cui ci volevano 20 minuti per trasferire una foto! Mi piace pensare che sia viva, felice, con i suoi nipoti adulti, forse con un figlio o una figlia, non so, in Patagonia, che è un posto che amava così tanto. Ma non lo so ... E il dolore che fa più male è il dolore di non sapere ...

... E congratulazioni per la tua iniziativa e per la tua preoccupazione. Urgh per alloggio. Vivi nella speranza e nell'indignazione!

La capacità di indignarsi di fronte a ciò che è storto, ingiusto, inumano è ancora lo strumento migliore per misurare la grandezza di un essere umano.

Conoscere, Claudio, che la tua testimonianza sulla tua traiettoria era importante per me.

Parlo di quello che ho letto su quell'altra lista, non so se hai raccontato questa parte della tua storia qui.

Una storia che può essere di grande aiuto a chiunque si senta stanco o sconfitto.

Non nella riga del "libro di auto-aiuto", Cruz Credo, perché odio queste generalizzazioni.

Ma è la storia viva e pulsante di un essere umano che è qui, intero, davvero, e ci dà la possibilità di condividere le sue gioie e le sue indignazioni.

Mi sono ricordato ora, da un'altra testimonianza, da un gruppo di persone, in televisione, circa 4 anni fa, credo, o poco più.

Era il gruppo GIV. Avevo ancora tra le mani il test "reagente" che bruciava, non c'era ancora nessun cocktail. Il futuro non mi sembrava nessuno o ... molto spaventoso.

Piccola speranza.

Solitudine, mia compagna morta, paura, un'immensa tristezza che ho nascosto e ferito ancora di più.

Bene, questo gruppo ha condotto una campagna TV:

Non una campagna di prevenzione, ma di speranza.

Una torta di compleanno, queste persone che cantano congratulazioni, una candela con il numero dieci, 10 anni che vivono con l'HIV.

E alla fine, l'immagine di tutti, belli e sorridenti, con la didascalia:

DIECI ANNI CON L'HIV !!!

Ricordo come mi sentivo, non lo so, penso come si sente una persona sepolta quando viene salvata, quando il pompiere apre quel buco tra le macerie e il poveretto sotto vede la luce del sole ... può essere rotto, ma è vivo! !!

Non pensavo fosse possibile, ed eccomi qui ...

E ho sperato così tanto da questo, vedere quelle persone che mi dicevano:

"Ehi .. non arrenderti !!!"

Il mio cuore è saltato in petto quando l'ho visto in TV.

Potrei vivere, guardare le mie nipoti crescere, sognare il futuro, sentire a lungo il vento, il sole, la pioggia sul mio viso ... Quei privilegi di chi è vivo, qui, su questo pianeta ...

E quei 30 secondi in TV hanno cambiato il corso delle cose per me.

È stato molto importante.

E poi è arrivato il cocktail, qualunque cosa sia, salva un'intera generazione ...

Così è stato, per me, leggere la testimonianza di Claudio.

Una super spinta !!!

Ho provato e provato, lentamente, a salvare la mia vita professionale (che è stata disordinata) che, giustizia al povero HIV, ha fatto la sua parte (giocando con me contro di me, perché ero fisicamente malato, non lo ero mai stato) ma l'altro era il lavoro di FHC e la banda che governa questo paese.

E salvare il mio rapporto con il mondo che era lontano: io qui e il mondo là ...

E ho avuto un'ottima risposta dalla vita.

Fu quella risposta che la vita diede anche a Claudio.

Quando guardiamo la vita, diamo una possibilità, risponde sempre in modo molto bello.

E quell'irrequietezza di Claudio mi ha contagiato.

Questo è contagioso!

Dolce contagio ... 😉

In effetti, l'HIV non è “contagioso”, è contagioso.

E noioso, e brutto e sciocco.

Bene ... ora leggo quello che scrivete qui.

Almeno spenderò una volta a settimana.

Ma dal modo in cui Claudio mi ha infettato, è possibile che apparirà più spesso ...

😉 Abbracci ...

Nota dell'editore.

Mmm mmm è apparso un paio di volte.

Poi, beh, poi ha trovato qualcosa, non so cosa, le ha dato un nuovo impulso a vivere e si è allontanato da Internet.

Ricordo ancora che mi raccontò quella volta che prese una jeep, senza patente, e andò in Patagonia, solo per vedere come è stato lì...

Mi piace pensare che sia viva, felice e ben amata, guardando le sue nipoti crescere e ancora contagiato dalla mia insoddisfazione con il mondo.

Fai la tua donazione tramite Pay Pal btn_donateCC_LG


Se non ti senti sicuro utilizzando la tua carta di credito su Internet e desideri comunque donare, contattaci utilizzando il modulo sottostante e ti invieremo i dettagli. Grazie


[contact-form-7 404 "Not found"]

Claudio

Ape

La vie

https://www.youtube.com/watch?v=pG2BXpFAqbI


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie