C'è vita con l'HIV

Cosa ti fa l'HIV? - Rivisto e ripubblicato -

O HIV

Quello che ti fa l'HIV, Cláudio, è quello che devi capire, mi ha detto un medico.

Quasi un quarto di secolo fa era un pomeriggio triste e cupo. Ed è importante che tu sappia anche ...

… Cosa ti fa l'HIV

Purtroppo e infine, quando l'infezione da HIV non viene trattata, continua progredisce verso l'AIDS.

Lei, la vita; e lei, l'AIDS, non era così prolissa con me, è vero.

Soprattutto perché certe cose, in quei giorni e in quelle notti plumbee, non erano neppure sognate.

E, in un certo senso, questo testo ti dirà, più di quanto ho sentito quel pomeriggio.

Bene, molto di questo, è arrivato solo un po ', molto o bene dopo il 1994, 1995, 1996 e così via! ...

E iniziare con quello che succede di seguito è un buon inizio.

HIV e sistema immunologico 

Célula CD4 e Molécula CD4
Questo è un globulo bianco, della serie dei leucociti. Non è la rappresentazione di una cellula CD4. Quello che voglio stabilire con questa immagine è il puro e semplice fatto che NESSUNO può osare diagnosticare l'AIDS in base al conteggio della serie di ***** LEUCOCITI **** CATSO

Il tuo sistema immunitario deve proteggerti da virus e altre infezioni. Perché, allora, non ti protegge dall'HIV? 

La risposta è complicata, lo so, ma essenzialmente è perché L'HIV distrugge le cellule CD4, che dirigono e comandano la stessa risposta immunitaria dal sistema immunitario (un altro nome per la stessa cosa). 

Questa distruzione di Cellule CD4 (e molti altri processi che stiamo gradualmente imparando) impediscono al sistema immunitario di funzionare correttamente.

In una delle ultime conversazioni di consultazione che ho avuto con la dottoressa Angela, l'ha espressa così.

L'AIDS è il mancia dell'Iceberg delle cose che accadono all'organismo umano quando viene a contatto con l'HIV.

Complicazioni neurologiche e cosa ti fa l'HIV

Tanto per illustrare quello che dice ho un dramma quotidiano in grande ed esponenziale crescita che è la neuropatia periferica da HIV e, sebbene in un esame, che devo rinnovare, non ho sofferto perdite neurocognitive.

E questo è un fatto comune alla vita delle persone che invecchiano con l'HIV, anche se non accade a tutte le persone.

Tuttavia, il numero di persone che hanno superato i 50 anni è ancora incipiente, e quindi è invecchiato, con l'HIV, non sappiamo come cambierà d'ora in poi.

Il tuo sistema immunitario sarà troppo danneggiato per difendersi da varie infezioni e tumori, malattie opportunistiche chiamate quotidianamente, pericolo di vita per te o chiunque sia realmente infettato dall'HIV e che, senza cure, evolve (…) in AIDS!

Non importa cosa ti fa l'HIV! C'è vita con l'HIV

Ma non spaventarti:

Ma tieni presente, sempre, che non devi andare nel panico se ottieni un reagente, perché c'è vita con l'HIV! Sono stato in questa lotta per quasi 25 anni!

È bene, WOW, mi hanno dato sei mesi per vivere quella notte!

Vivere con l'HIV, un percorso difficile! Ma a lungo !!! E va bene !!!

Il numero di cellule CD4 nel flusso sanguigno - il conteggio dei CD4 - è una delle misure più importanti della forza immunitaria delle persone con HIV e nella progressione o meno verso un quadro di AIDS.

In passato, abbiamo dipinto un quadro molto diretto dell'infezione da HIV:  Il treno che scende, senza freni, giù per la montagna, verso un ponte distrutto.

L'HIV infetta e distrugge Cellule CD4, rendendo il La conta dei CD4 diminuisce. Ora abbiamo imparato che questa descrizione degli eventi è troppo semplicistica e semplicistica. 

È vero L'HIV infetta e uccide direttamente le cellule CD4. Tuttavia, nel frattempo, l'HIV causa molti più danni in modi molto più indiretti. 

Attivazione immunitaria costante

In questo modo, gli sforzi di sistema immunitario per combattere il virus ti mette in uno stato di attivazione immunitaria, o processo infiammatorio (infiammazione) costante e questo non va bene, ovviamente, perché significa essere malati, in un modo o nell'altro, tutto il tempo, dal primo giorno di contatto con l'HIV fino all'ultimo respiro.

Eppure, vedi, sii controller d'élite non è una situazione invidiabile

Ragazzi, so com'è. Ho macinato questa cosa, che non smette mai di arrivare con più "grani", dal 1994!

Rischio di ictus prolungato: fai attenzione

Quindi, nel tempo, un'infiammazione prolungata può aumentare il rischio di attacchi di cuore di una persona e portare ad altri danni, come AVC, infarto miocardico, embolia polmonare (ne avevo due).

E anche diversi e vari tipi di cancro, direttamente collegati, come malattie opportunistiche, la presenza dell'HIV.

Come il Sarcoma di Kaposi e Linfoma di Hodgkin e linfomi non Hodgkins, come Linfoma di Burkitt, che in un modo o nell'altro influiscono sulla qualità della vita, minando la tua salute fisica, mentale ed emotiva.

Salute emotiva. Per tre decenni non ho ricevuto questo, né le cure adeguate.

Sopravvivere alla notte è stato un miracolo.

Ho imparato che c'è una differenza tra salute mentale e salute emotiva e, con così tanti danni, causati direttamente dall'HIV.

Così come altri, legati all'invecchiamento, associati ai fattori di deterioramento biologico del tuo corpo eti dico di usare il preservativo, se possibile, anche all'interno del matrimonio, un consiglio in più che do alle donne sposate !!! Fai attenzione!

Un uomo eterosessuale su cinque contrae l'HIV da altri uomini!

Le fasi dell'infezione da HIV

  1. Quando l'infezione da HIV non viene trattata con farmaci antiretrovirali, il decorso della malattia di solito si muove attraverso più fasi. 
  2. Na infezione primaria (chiamato anche acuto infezione), l'HIV è diffuso in tutto il corpo. 
  3. Entro poche settimane, nella stragrande e normale maggioranza dei casi, il sistema immunitario sviluppa anticorpi contro il virus, un processo noto come sieroconversione.
  4. L'infezione entra a cronaca fase. Durante questa fase, una persona può non avere alcun sintomo, solo sintomi lievi o sintomi gravi. 
  5. Se non trattata, l'infezione da HIV progredisce fino a quando il sistema immunitario è troppo debole per difendersi da infezioni e tumori potenzialmente letali.

Questo si chiama stage AIDS. È da questo punto che le cose iniziano a complicarsi!

L'AIDS è una delle conseguenze della convivenza con l'HIV senza cure

Intorno all'anno duemila ho letto un articolo su una rivista specializzata in politica per parlare, con la proprietà che un gambero avrebbe parlato di una costellazione in Andromeda, che "l'inizio della fine sarebbe quando si raggiunge un conteggio di CD4 intorno a 500.

Si noti che l'espressione "intorno" è il mio cuneo, poiché sembra che non siano riusciti a chiarire questo punto. Ebbene, molte persone sono andate nel panico.

Paspanata e la sindrome della divinità

Sig, la mia infezione all'epoca, me l'aveva chiarito;

Senti, tranne il ragazzo che si è preso cura di me nella casa di sostegno e l'altro, che aveva la dannata sindrome della divinità; Sono sempre stato felice di incontrare i medici!

È molto efficiente essere isolati da una persona scomoda! È inutile essere un buon professionista, quello che Flor non era nemmeno un "fiore" come Sheire ("S"), ed essere comunque arrogante! Di questa qualità le erano rimasti dei megatoni! Al diavolo con lei !!!

Tuttavia, il corso dell'infezione da HIV non è una strada a senso unico. Oltre a prevenire lo sviluppo di malattie potenzialmente letali, i farmaci anti-HIV possono arrestare il progredire della malattia e permettere al sistema immunitario di ricostruirsi, anche in persone con malattie molto gravi.

Durante la prima fase dell'infezione da HIV, la carica virale è alta e La conta dei CD4 diminuisce

Poiché il corpo produce anticorpi anti-HIV (sieroconversione), la carica virale diminuisce e la conta dei CD4 torna a un livello più normale.

Infezione primaria e carica virale

Durante la prima fase dell'infezione da HIV, chiamata infezione primaria o acuta, il virus viaggia dal punto di infezione, solitamente i tessuti genitali o il flusso sanguigno, ai linfonodi.

Questo processo richiede alcuni giorni. Quando l'HIV si trova all'interno dei linfonodi, si replica, si copia molto rapidamente utilizzando le cellule CD4 e rilascia una grande quantità di nuovi virus (virione è un'espressione medico / scientifica che significa la stessa cosa) nel flusso sanguigno.

Questa rapida esplosione "demografica" dell'HIV dura generalmente dai due ai tre mesi. Durante l'infezione primaria, la quantità di HIV nel sangue ( carica virale) è troppo alto. Questo rende le persone molto contagiose durante la loro infezione primaria e di solito è un momento in cui la stragrande maggioranza delle persone non sospetta nemmeno di essere infetta!

Finestra immunitaria: 30 giorni e punto

Essi può non avere o pochissimi sintomie i test HIV standard potrebbero non rilevare l'infezione da HIV in questa fase iniziale in un massimo di 30 giorni, fino a quattro settimane, per così dire.

Durante questo periodo, di solito si verifica un calo netto, ma solo temporaneo, del numero di cellule CD4. Il corpo inizia anche a produrre un gran numero di cellule CD8. Queste cellule CD8 producono sostanze naturali che aiutano a spegnere o distruggere le cellule infettate da HIV, contribuendo così a ridurre la quantità di virus nel sangue.

Alcune persone manifestano sintomi simil-influenzali da due a quattro settimane dopo il primo contatto con l'HIV.

Sintomi troppo aspecifici

Questo può includere uno o più dei seguenti segni:

  • febbre
  • mal di gola
  • stanchezza inaspettata o mancanza di energia
  • linfonodi ingrossati,
  • dolori articolari e muscolari
  • eruzione cutanea.

Tuttavia, molte persone non manifestano alcun sintomo quando vengono infettate per la prima volta.

Man mano che il sistema immunitario impara a riconoscere e combattere l'HIV, inizia a produrre Anticorpi per l'HIV.

La ricerca di anticorpi anti-HIV

Questo processo, noto come sieroconversione, di solito si verifica entro due o quattro settimane dall'infezione. La sieroconversione è importante perché il miglior test che abbiamo per verificare se sei stato infettato dall'HIV, Test degli anticorpi anti-HIV. 

Questo test non cerca specificamente l'HIV; invece, cerca gli anticorpi che il tuo sistema immunitario produce in risposta all'infezione da HIV.

Sebbene il test degli anticorpi anti-HIV sia molto efficace per rilevare l'HIV, potrebbe non fornire un risultato accurato fino a quattro settimane dopo l'infezione. L'esatta quantità di tempo dipende dal test specifico utilizzato.

Ci sono nuovi test HIV che cercano la presenza del virus, non degli anticorpi. Questi test sono in grado di rilevare le infezioni prima, già due settimane dopo l'infezione. Anche quando vengono utilizzati questi test più recenti, di solito sono accompagnati da un test degli anticorpi HIV per confermare il risultato.

Sieroconversione e sieroconversione tardiva

La sieroconversione indica che il sistema immunitario ha imparato a controllare parzialmente - ma non completamente - movimenti di infezione.

A questo punto, livelli molto alti di virus nel sangue diminuiscono leggermente e la conta dei CD4 torna a un livello più normale. Questo segnala l'inizio della fase successiva dell'infezione - la fase cronica.

Dopo che il corpo inizia a produrre anticorpi anti-HIV, l'infezione da HIV inizia una fase di infezione cronica.

Se non viene trattato, il livello di HIV nel sangue alla fine aumenta e la conta dei CD4 diminuisce leggermente ogni giorno.

Infezione cronica/Asintomatico

Dopo l'infezione primaria e la sieroconversione, l'infezione da HIV entra in una fase cronica a lungo termine. Durante questo periodo, il virus continua a replicarsi, anche se non ci sono segni o sintomi evidenti di infezione. Con il progredire di questa fase, la conta dei CD4 diminuisce gradualmente (sebbene possano rimanere stabili per molti anni) ei sintomi tendono a peggiorare.

Sebbene le specificità possano variare ampiamente da individuo a individuo, l'infezione da HIV cronica non trattata generalmente progredisce sintomi - o asintomatici per sintomatico e, infine, a uno stadio in cui sono probabili e possibili infezioni potenzialmente letali.

Asintomatico significa "senza sintomi". 

Molte persone con HIV possono avere pochi o nessun segno o sintomo della malattia fino a 10 anni! Durante questo periodo, l'unica prova di infezione da HIV può provenire da test di laboratorio: livelli misurabili di HIV nel sangue e un esame emocromocitometrico. CD4 di seguito normale.

Tuttavia, anche quando non ci sono segni o sintomi apparenti dell'HIV, il virus può danneggiare il corpo in modi meno evidenti.

Mentre il tuo corpo sta combattendo attivamente un'infezione, come l'infezione da HIV, le cellule immunitarie producono alti livelli di molecole messaggere chiamate citochine, che segnalano "allarmi" affinché altre cellule immunitarie agiscano.

Questo stato "attivo" è attivazione immunitaria ou infiammazione.

Altre conseguenze dell'aumento dell'attività immunitaria

La maggior parte delle infezioni dura solo per un periodo di tempo limitato, dopodiché la maggior parte delle cellule immunitarie torna al normale stato di "riposo" o "inattivo", secondo scienziati e professionisti della salute, la mia visione bellicosa delle cose direbbe stati di vigilanza, sorveglianza e pattugliamento.

L'infezione cronica da HIV, tuttavia, getta il sistema immunitario in uno stato persistente di infiammazione. Quasi uno stato d'assedio. Questo può essere dannoso in diversi modi.

In primo luogo, l'HIV infetta più facilmente le cellule CD4 attivate, quindi un sistema immunitario attivato fornisce al virus più cellule da infettare.

L'attivazione immunitaria prolungata riduce anche la durata della vita delle cellule CD4 e possibilmente, dice il testo, di altre cellule immunitarie. Può danneggiare lentamente i vasi sanguigni, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari (infarto e ictus) "Ictus").

Può accelerare il tasso di danni al fegato nelle persone con epatite virale e danneggiare ossa, reni e altre parti del corpo.

Non progressisti a lungo termine

La maggior parte delle persone che vivono con l'HIV non trattato alla fine svilupperà sintomi più evidenti. Alcuni individui i fortunati continuano ad avere una conta CD4 normale e nessun sintomo per molto più tempo, forse per tutta la normale durata di vita di queste cellule.

Si chiamano questi rari individui dei non progressisti a lungo termine ou controllori d'élite. Non è una condizione invidiabile, come fa sembrare l'autore del testo originale.

D'altra parte, in alcune persone, l'infezione da HIV può progredire molto più rapidamente, causando sintomi e riduzioni significative della presenza di cellule CD4 in pochi anni.

Infezione sintomatica

Nel tempo, l'HIV non trattato causa gradualmente danni crescenti e le difese del corpo si indeboliscono. Ad un certo punto iniziano a comparire i sintomi dell'infezione da HIV.

Questo può variare notevolmente da individuo a individuo, sia nel tempo necessario per svilupparsi sia nel tipo di problemi che si verificano.

Alcuni dei sintomi più comuni includono stanchezza cronica, perdita di peso inaspettata, diarrea, febbre, sudorazione notturna e problemi della pelle.

Questa fase è associata allo sviluppo di infezioni correlate all'HIV, come l'infezione fungina da candida, che causa la candidosi (Amarilis era diagnosticato in questo modo ...) in bocca o in gola e candidosi vaginale nella vagina. 

Di solito (anche se non sempre), le prime infezioni e i primi sintomi che compaiono non sono gravi o possono essere pericolosi per la vita.

Servono come segnali di allarme che il sistema immunitario è significativamente danneggiato e che la malattia da HIV continuerà a peggiorare se non viene curata.

Infezioni pericolose per la vita e AIDS

Se il sistema immunitario è troppo danneggiato, rende le persone sieropositive vulnerabili alle infezioni che un sistema immunitario sano potrebbe facilmente controllare. 

In generale, queste infezioni possono essere molto gravi o pericolose per la vita. Sono chiamati infezioni opportunistiche.

Eu (l'autore del testo, non il traduttore) Mi è stata diagnosticata in ospedale. Stavo davvero male e non sapevo cosa stesse succedendo.

Quindi hanno fatto un test HIV e io sono risultato positivo.

Ero in condizioni terribili. Il mio numero di CD4 era di 33 e la mia carica virale era di mezzo milione. Ho avuto la polmonite (PCP). (dichiarazioni dell'autore del testo e non mie, del traduttore).

Alcuni di essi, come le infezioni da lieviti orali, possono essere relativamente minori e facili da trattare (sebbene anche le infezioni da lieviti orali possono diventare molto gravi nelle persone il cui sistema immunitario è debole).

O erpete può essere più serio e molto cauto e attento con il zoster, se hai avuto la varicella da bambino. Io Cláudio, sono quasi passato attraverso il tubo in questo dettaglio….

Altre malattie opportunistiche

Altro malattie opportunistiche che può anche portare a gravi complicazioni e può essere fatale se il sistema immunitario è debole PCP (Pneumocisti polmonite), MAC (Mycobacterium Avium Complex), toxo (Toxoplasmosi gondii), tubercolosi e CMV (citomegalovirus). Alcuni tipi di cancro, come alcuni linfomi, sono anche più comuni nelle persone con HIV.

CD4 e malattie opportunistiche

Il rischio di infezioni potenzialmente letali è solitamente strettamente correlato alla conta dei CD4:

Il rischio di una persona di sviluppare molte infezioni opportunistiche aumenta quando la conta dei CD4 scende al di sotto di 200 cellule. 

Per una persona il cui numero di CD4 è basso, i farmaci per prevenire e curare le infezioni opportunistiche sono cruciali e sono chiamati chemioprofilassi.

Il termine AIDS descrive la fase più grave dell'infezione da HIV, quando il sistema immunitario è gravemente danneggiato e si instaurano infezioni potenzialmente letali. AIDS sta per sindrome da immunodeficienza acquisita:

  • acquisita significa che la condizione non è ereditata: acquisisci (ottieni) ad un certo punto della tua vita.
  • Deficienza immunitaria è una debolezza nel tuo sistema immunitario.
  • La sindrome è una combinazione di sintomi e / o malattia.

In Canada (l'origine di questo testo è canadese), l'AIDS viene diagnosticato quando una persona con HIV sviluppa una o più infezioni o tumori opportunistici che definiscono l'AIDS.

L'HIV non deve necessariamente portare all'AIDS

Fortunatamente, l'infezione da HIV non porta necessariamente all'AIDS. I farmaci antiretrovirali possono rallentare o arrestare gli effetti del virus sul sistema immunitario. Anche le persone che hanno avuto malattie gravi che definiscono l'AIDS di solito possono riprendersi e rimanere in buona salute con cure adeguate. Questa è una buona notizia, perché la parola AIDS è spaventoso. Questo risale al tempo in cui la progressione della malattia da HIV era quasi inevitabile: 

Le persone hanno contratto l'HIV, hanno sviluppato l'AIDS e poi sono morte.

Le cose sono cambiate molto da allora. 

Per le persone con HIV che ricevono cure adeguate, con servizi medici regolari, che prendono i farmaci come prescritto e rimangono in buona salute, e l'AIDS non è più una preoccupazione perenne dal momento in cui inizi a curarti.

Mettiti alla prova! Vale la pena saperlo, ma accetta i risultati!

Le parole che usiamo per descrivere l'HIV sono state cambiate per riflettere questa nuova realtà. I problemi medici derivanti dall'infezione da HIV sono ora spesso indicati come Malattia da HIV ou infezione cronica da HIV

Questi termini possono essere usati per descrivere la condizione di qualcuno che viene trattato o meno e indipendentemente dal fatto che gli sia stato diagnosticato l'AIDS. 

Nota del traduttore:

Lo studio "ENTRA IN”Modificata la visione dell'inizio del trattamento a una volta diagnosticata e l'espressione dell'autore del testo può sembrare sfocata, ma si riferisce a me solo come un modo di esprimere l'autore.

Non perdere la fede, non rinunciare a te stesso o sperare!

Non c'è più alcun motivo per cui l'infezione da HIV porterà inevitabilmente a malattie gravi o alla morte. 

Un trattamento adeguato può impedire all'HIV di causare malattie gravi. 

Il trattamento può anche aiutare le persone a migliorare la propria salute e rimanere in buona salute, anche se si sono già ammalate di infezioni correlate all'HIV.

Oltre al trattamento, ci sono molti altri fattori che influenzano anche la velocità con cui la malattia da HIV progredisce.

Questi includono quanto segue:
  • età
  • la forza del virus da cui sei stato infettato
  • quanto forte il tuo sistema immunitario risponde ai virus
  • nutrizione
  • fumare
  • uso di droghe illecite
  • Stress mentale (e come viene gestito questo stress)
  • altre infezioni, come l'epatite B o C

Alcuni di questi fattori non sono controllabili, ma altri lo sono. 

Potresti non essere in grado di cambiare la tua età.  E come lo desideriamo!

L'autore e io siamo d'accordo su questo punto!!

Ma può fare qualcosa per quanto bene alimenti e consumi tabacco o usi droghe illecite.

Purtroppo alcune persone non scoprono di essere sieropositive fino a quando non convivono con il virus per molti anni, anche sotto l'impatto di malattie molto gravi. 

Ragazzi ... e ragazze Ho visto cosa può farti l'HIV!

Io, Cláudio, ho incontrato persone a cui è stata diagnosticata una diagnosi in momenti molto difficili della loro vita!

Con diagnosi di malattie gravi, che sono sopravvissute e stanno bene, ma ho anche incontrato persone che non erano sieropositive, ma parenti di persone con HIV ricoverate, spesso in terapia intensiva, con malattie gravi, per le quali non vedevo speranza e, che ho preferito aspettare che accadessero i fatti e ho visto, deplorevolmente infelice, che le mie paure erano corrette ... .. 🙁 🙁 🙁

Ho fatto molti errori nel modo di comportarmi davanti a queste persone e ora capisco meglio queste cose. Viviamo in avanti.

Eppure, ho visto anche persone spaventate, che mi hanno mandato, un perfetto sconosciuto, immagini di se stesse, in lacrime, spaventate e spaventate.

Ho visto l'inizio della guarigione delle persone, anche se ne ho perse alcune

Timoroso e, grazie a Dio, li ho visti riprendersi, aumentare di peso, sicurezza e seguire le loro indicazioni.

E lo so, e lo so bene, che la tua diagnosi potrebbe essere il risultato di una grave malattia correlata all'HIV che ti coglie di sorpresa. 

E sì, lo so, lo è spaventoso, se stai guardando questo blog su uno smartphone in un letto d'ospedale, cerca di calmarti.

Nonostante ci siano molti lavori come quello su questo Blog, Soropositivo.Org, l'ho già detto C'è vita con l'HIV, su Internet, nel 2000 e, sì, è tutto molto complicato, ma ho dimostrato che esiste la vita con l'HIV da quella data.

Questo dovrebbe aiutarti a capire che non ci sono dubbi!

Se potessi sopravvivere per quasi tre anni senza cure e per tutto questo tempo, facendo il trattamento, che quando è iniziato era un pugno nel fegato, oggi per me è un caffè piccolo! E per te, non ho dubbi! Lo sarà anche.

E nessuno può dire la stessa cosa, da un lavoro personale, ancora online!

Ci sono altre opere che non potrò mai fare, in campo materiale, personale, sembra che questa idea di Dio non fosse lassù, e sì, lo so:

Tutto è come Dio desidera

La resilienza è una costruzione quotidiana. E insisto, insisto e vi esorto a credere: "C'è vita con l'HIV". Puoi scommettere il tuo collo e tutto!

Non lo direi, se non fosse così !!!

Conta su di me oggi e sempre, entro i miei limiti naturali a tutta questa storia e bagaglio, cercandomi attraverso questo canale.

Perché, dico, di solito le infezioni possono essere curate. 

La maggior parte delle persone che sviluppano una grave malattia correlata all'HIV e non assumono farmaci antiretrovirali dovrebbero iniziare il trattamento il prima possibile, per rafforzare il sistema immunitario al fine di combattere la malattia e prevenire future infezioni.

Le persone positive mentre sono ancora fisicamente sane hanno un grande vantaggio:

Sanno cosa cercare. 

Carica virale di valore astronomico

Eseguendo controlli sanitari accurati e regolari e test di laboratorio di routine, tu e il tuo medico potete rilevare cambiamenti o segnali di pericolo e affrontarli prima che diventino problemi gravi.

Ma se hai un basso numero di CD4 e un'alta carica virale, non scoraggiarti. 

La mia prima carica virale aveva un numero astronomico, che non ricordo nemmeno, eppure, ricordo di aver lasciato CRT-A, sempre su Rua Antônio Carlos, così sconvolto che sono finito per "correre su un autobus" in Rua Dona Maria Paula (mi sono scontrato con il suo fianco mentre il semaforo superava il biglietto dell'autobus) ed è caduta sulla schiena per terra ”, ma sono ancora qui, da un tempo in cui non c'erano cure.

Non sarà mai facile. Ho imparato che le cose belle della vita, come la vita stessa, se molto facili, perdono la loro grazia!   

 

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Salve, vorrei ricevere aggiornamenti? Si o no! :-)
Respingere
Consenti notifiche