C'è vita con l'HIV

Sono sieropositivo. E adesso?

Cosa significa essere sieropositivi?

 

Essere sieropositivi significa avere segni della presenza del virus nel immunodeficienza umana  (HIV) nel tuo corpo, i segni vengono scoperti attraverso un test di HIV. Ci sono circa 1,2 milioni di persone che vivono oggi con l'HIV negli Stati Uniti e il 14% di loro (uno su sette) non lo sa.1

Un risultato iniziale del test HIV positivo è preliminare. La persona che risulta positiva di solito ha bisogno di un test di follow-up per confermare il risultato. Alcuni individui che inizialmente sono risultati negativi per l'HIV potrebbero risultare positivi nel test di follow-up perché ci vuole tempo perché il corpo produca un numero rilevabile di anticorpi (finestra immunitaria). Attualmente non c'è cura per l'HIV, ma l'infezione può essere controllata con trattamento medico Terapia antiretrovirale, ART.

Considera che avere ha contratto l'HIV oggi, o trenta giorni fa, non ti porterà a sviluppare i sintomi dell'AIDS, un'altra cosa, che richiede anni e anni per svilupparsi. L'HIV è un virus diverso, ad esempio, dal COVID-19.

L'HIV è un virus che attacca le cellule del sistema immunitario, uccidendole e, negli anni, lasciando l'organismo indifeso contro altre infezioni. Si trasmette attraverso il contatto con sangue infetto, sperma o fluidi vaginali.

 

Significato del risultato HIV positivo

se qualcuno prova positivo all'HIV,è considerato un risultato positivo preliminare. Uno  è necessario un secondo test di conferma per confermare una diagnosi di hiv positiva. iniziale.

L'unico modo per sapere se qualcuno ha l'HIV è attraverso il test. Una diagnosi di HIV positiva viene effettuata dopo aver rilevato anticorpi e/o antigeni dell'HIV nel corpo. Una volta che l'HIV entra nel corpo, il sistema immunitario produce Anticorpi  (proteine ​​che aiutano a combattere le infezioni) in risposta al virus. Un antigene dell'HIV chiamato p24 viene prodotto anche prima che si sviluppino gli anticorpi. La presenza di anticorpi o antigeni in un campione di sangue, saliva o urina rilevato da un test HIV indica che l'HIV è entrato nel flusso sanguigno e che qualcuno è sieropositivo.

Il CDC raccomanda principalmente test di combinazione di anticorpi e antigeni, in quanto possono controllare gli anticorpi dell'hiv e la proteina p24. Tutte le persone di età compresa tra 13 e 64 anni devono essere testate per l'HIV almeno una volta. 2

Fasi dell'infezione da HIV

Fase 1: infezione acuta da HIV

Ci sono tre fasi dell'HIV. Nella fase 1 Dall'infezione da HIV all'infezione acuta da HIV, il sistema immunitario cerca di attaccare il virus producendo anticorpi dell'HIV, un processo chiamato sieroconversione. solitamente si verifica entro poche settimane dall'infezione.

Questi anticorpi rimarranno in giro e rimarranno rilevabili per molti anni. Di conseguenza, qualcuno che vive con l'HIV continuerà a risultare positivo al test dell'HIV. anche se la sua carica virale (la quantità di HIV nel sangue) non è rilevabile.

Entro da due a quattro settimane dopo essere stati infettati, quelli con HIV possono sperimentare:

  • febbre
  • Sudorazioni notturne
  • Dolori articolari
  • mal di testa
  • Gola infiammata
  • Dolori muscolari
  • fatica
  • linfonodi ingrossati
  • Ulcere orali4

I sintomi possono essere assenti in alcune persone, tuttavia.

Fase 2: latenza clinica

Quando il corpo entra nella fase 2, la latenza clinica, in cui il virus si moltiplica ancora ma a livelli estremamente bassi, gli individui infetti iniziano a sentirsi meglio con pochi o nessun sintomo.5 L'HIV può ancora essere trasmesso per altre persone, invece, durante questa fase.

Fase 3: AIDS

Se un'infezione da HIV non viene trattata, progredirà allo stadio 3, sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS/AIDS), in cui il sistema immunitario del corpo è gravemente danneggiato e diventa vulnerabile anche ad altre infezioni. Un medico diagnosticherà se qualcuno ha l'AIDS attraverso i test sulle cellule CD4.

In questa fase, qualcuno con l'HIV potrebbe sentirsi febbre ricorrente,  estrema stanchezza,  diarrea cronico,  depressione e perdita di memoria.6 Altri sintomi della Fase 3 includono:

test dell'HIV

Se qualcuno sospetta l'esposizione all'HIV, può essere testato in una clinica o acquistare un test a casa in farmacia. Se ordinano un test presso uno studio medico, gli verrà offerto consulenza pre-test e post-test circa il suo esito positivo e la riduzione del rischio di trasmissione. Alcuni guardano ai test interni per la privacy e risultati rapidi.

Non lo consiglio, in quanto non conosco né questo né questo gigante psichico che possa gestire con serenità questa diagnosi...

Oltre a testare gli anticorpi e gli antigeni dell'HIV, gli operatori sanitari esamineranno anche il funzionamento del sistema immunitario di una persona ed esamineranno il livello dell'HIV nel corpo. Una misura che guardano è il conteggio di cd4 test, che è il numero di cellule immunitarie CD4 nel sangue. Le cellule CD4 sono vitali per il corretto funzionamento del sistema immunitario.7 Una normale conta di CD4 è tra 500 e 1.500 celle per millimetro cubo. Più cellule CD4 una persona ha, più sana è.8 Un basso numero di CD4, definito come 200 o meno cellule per millimetro cubo, indica l'AIDS e un alto rischio di infezioni opportunistiche, infezioni che si verificano più frequentemente e sono più gravi nelle persone con un sistema immunitario indebolito come quelli con HIV.

L'HIV si diffonde attraverso il contatto o la condivisione sessuale attrezzature mediche  con qualcuno che è stato infettato dal virus. Può essere trasmessa anche da madre a figlio attraverso il latte materno.9

"Cose" che possono mettere qualcuno a maggior rischio per l'HIV: 10

  • Sesso non protetto
  • sesso anale
  • Condivisione di aghi e siringhe di droga
  • Altre malattie sessualmente trasmissibili come la sifilide, la clamidia e la gonorrea
  • Iniezioni pericolose per le trasfusioni di sangue
  • Lesioni accidentali da ago (più comuni tra gli operatori sanitari)

Quanto è diffuso l'HIV oggi?

Terapia antiretrovirale

La terapia antiretrovirale, o ART, non è una cura, ma può controllare l'HIV impedendo al virus di riprodursi. La terapia antiretrovirale può ridurre la carica virale di una persona con HIV e il risultato nella soppressione virale, ovvero quando una persona ha meno di 20 copie di HIV per millilitro di sangue.4 Ciò può aiutare a proteggere il sistema immunitario, attaccato dal virus, e ridurre le probabilità di ammalarsi della persona infetta.

Esistono sette classi di antiretrovirali e all'interno di queste classi ci sono 39 diversi farmaci antiretrovirali.

L'ART può anche ridurre il rischio di trasmissione dell'HIV mantenendo bassa la carica virale e aiutando qualcuno a raggiungere una cosa chiamata carica virale non rilevabile, il che significa che la quantità di HIV nel sangue è così bassa che non può essere trasmessa attraverso il sesso. . Uno studio ha scoperto che coppie sierodiscordanti  (dove una persona è positiva all'HIV e l'altra è negativa all'HIV) che erano in terapia antiretrovirale avevano 96% meno probabilità di infettare i tuoi partner

I medici raccomandano che i pazienti inizino la terapia antiretrovirale immediatamente dopo la conferma della diagnosi di HIV positivo. L'inizio precoce del trattamento può fermare la progressione dell'HIV e mantenere la salute individuale della persona infetta per molti anni. Le persone che hanno cariche virali non rilevabili entro sei mesi dalla terapia hanno maggiori probabilità di avere un'aspettativa di vita normale rispetto a quelle che non sono riuscite a raggiungere la soppressione virale.12

Altri cambiamenti nello stile di vita da considerare dopo un risultato positivo all'HIV includono:

  • Mantenere aggiornate le vaccinazioni
  • Smettere di fumare
  • Riduzione dell'assunzione di alcol
  • prendendo antidolorifici

Avere l'HIV significa terapia continua e appuntamenti medici regolari per monitorare adeguatamente la progressione dell'infezione. La diagnosi può portare sentimenti di angoscia e ansia. È importante circondarsi di un sistema di supporto e affrontare in modo sano una nuova diagnosi sieropositiva

HIV contro Aids

L'HIV e l'AIDS sono spesso descritti. erroneamente come la stessa malattia. In realtà, L'HIV è un virus e l'AIDS è una condizione. L'AIDS è la fase avanzata dell'infezione da HIV che si verifica quando il sistema immunitario dell'organismo viene danneggiato dal virus.5 La maggior parte delle persone con HIV non sviluppa l'AIDS perché l'assunzione di farmaci per l'HIV come prescritto impedisce la progressione della malattia. L'HIV è un virus e l'AIDS è una condizione.

Senza la medicina per l'HIV, le persone con AIDS sopravvivono in genere per circa tre anni. Una volta che qualcuno ha un'infezione opportunistica, l'aspettativa di vita non trattata scende a circa un anno. La medicina dell'HIV può ancora aiutare le persone in questa fase, ma coloro che iniziano l'ART subito dopo l'HIV ottengono maggiori benefici.

Un punto su cui riflettere

Ottenere una diagnosi di HIV può essere travolgente, ma scoprirlo ora può aiutare a iniziare il trattamento e prevenire il peggioramento dell'infezione. Molte persone che vivono con l'HIV sono in grado di tenere sotto controllo la loro infezione con le ultime opzioni di trattamento.

Se ti è stato diagnosticato l'HIV, trova il tuo e uno specialista esperto di malattie infettive. nell'HIV. Il CDC (negli Stati Uniti) offre un ampio elenco di  mezzi  per l'alloggio, l'assistenza sanitaria mentale, i viaggi e la lotta allo stigma intorno all'HIV. Vivevo in case di appoggio e, per me, la strada era migliore.

Per coloro che si sentono alienati o confusi, unisciti a un gruppo di sostegno , rimani aggiornato sulla terapia dell'HIV e concentrati sul tuo benessere. Una diagnosi di sieropositività non è la fine del tuo futuro. Mantenere una mentalità positiva e adottare misure proattive per controllare l'infezione può aiutarti a continuare a vivere una vita sana.

Tradotto da Claudio Souza

HIV o AIDS? Sono un reagente, e adesso? La vita va a vanti!

Fonti dell'articolo
  1. Statistiche HIV.govv dagli Stati Uniti.  Ultimo aggiornamento 30 giugno 2020.
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. test dell'HIV. Ultimo aggiornamento 9 giugno 2020.
  3. Smith MK, Rutstein SE, Powers KA, Fidler S, Miller WC, Eron JJ Jr, Cohen MS. L'individuazione e la gestione dell'infezione precoce da HIV: un'emergenza clinica e sanitariapubblica. J Acquisire sindrome da immunodeficienza. 2013 luglio;63 Suppl 2(0 2):S187-99. doi: 10.1097/QAI.0b013e31829871e0
  4. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Trattamento dell'HIV come prevenzione. Ultimo aggiornamento il 3 marzo 2020.
  5. HIV.gov. Sintomi dell'HIV.  Ultimo aggiornamento il 1 luglio 2020.
  6. 01 luglio CSH gov Data dell'ultimo aggiornamento:, 2020. Sintomi dell'HIV. HIV.gov.
  7. MedlinePlus. Conta dei linfociti CD4. Ultimo aggiornamento il 30 novembre 2020.
  8. B-Lajoie MR, Drouin O, Bartlett G, Nguyen Q, Low A, Gavriilidis G, Easterbrook P, Muhe L. Incidenza e prevalenza di infezioni opportunistiche e di altro tipo e impatto della terapia antiretrovirale tra i bambini con infezione da HIV nel 20000: una revisione sistematica e una meta-analisi. Clin Infect Dis. 2016 giugno 15; 62 (12): 1586-1594. doi: 10.1093/cid/ciw139
  9. Naif HM. Patogenesi dell'infezione daHIV. Infect Dis Rep. 2013 giugno 6;5 (suppl 1):e6. doi: 10.4081/idr.2013.s1.e6
  10. Organizzazione mondiale della Sanità. HIV / AIDS. Ultimo aggiornamento il 30 novembre 2020.
  11. Curran K, Baeten JM, Coates TJ, Kurth A, Mugo NR, Celum C. Prevenzione dell'HIV-1 per le coppie sierodiscordanti HIV-1. Curr HIV/Aids Rep. 2012 Jun;9(2):160-70. doi: 10.1007/s11904-012-0114-z
  12. Jiamsakul A, Kariminia A, Althoff KN, Cesar C, Cortes CP, Davies MA, Do VC, Eley B, Gill J, Kumarasamy N, Ax DM, Moore R, Prozesky H, Zaniewski E, Law M. Soppressione della carica virale dell'HIV negli adulti e nei bambini che ricevono la terapia antiretrovirale - Risultati della collaborazione IeDEA. J Acquisire sindrome da immunodeficienza. 2017 novembre 1;76(3):319-329. doi: 10.1097/QAI.000000000001499
Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Fonte della materia: Cosa significa essere sieropositivi?


Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

WhatsApp WhatsApp Us
Ciao! Sono Beto Volpe! Voler parlare? Di Ciao! Ma tieni presente che lavoro qui dalle 9:00 alle 20:XNUMX.