C'è vita con l'HIV

Guarda! C'è vita con l'HIV

Sostieni con un pix

FAQ - Ho l'HIV? Che cosa è indeterminato nel test HIV?

La paura di avere l'HIV e di non ricevere una diagnosi ha perfettamente senso! Ottenere il trattamento rapidamente è importante. Tuttavia...

Ho l'HIV? Come posso sapere? La domanda, per chi convive con l'HIV, ha risposte ovvie. Ma è un dato di fatto ... la persona che ha l'HIV è passata attraverso questo, attraverso il dubbio e sa che la questione è diventata quasi esistenziale per molti.

Questo per l'ignoranza di tanti fatti che, addirittura, fanno l'incubo di persone che non sono in grado di accettare la finestra immunologica e nemmeno la questione psicosomatica.

Quindi, per molti, la domanda rimane eterna: "Ho l'HIV"?

Se sei in dubbio e hai paura e credi di aver contratto l'HIV adesso, non dico "rilassati".

Ma io dico, calmati e rifletti su questo testo, subito, qui, in questo momento saliente:

Non è come funziona. Se oggi contraete l'HIV, non sarà domani che svilupperete l'AIDS. Calmati, calmati e vivi un giorno alla volta finché non risolvi, o risolviamo le cose insieme.

Nel frattempo, fai le tue ricerche e scopri le cose, proprio qui, in questo Blog, Soropositivo Online.

È la domanda comune, la paura di tanti, da decenni, insormontabile e, ancora oggi, nel mezzo della pandemia COVID-19 che, in Brasile, resta veloce e sfrenata, grazie ai nostri (de) governatori, questo è ancora più di un discorso ricorrente: Ho l'HIV? Come faccio a sapere se ho il virus che può causare l'AIDS.

Ebbene, ho ricercato, letto, tradotto, discusso con i professionisti esperti che si sono presi cura di me, della mia vita e della sua qualità, per più di due decenni e, certo: mi sono fidato di loro con la mia vita e non ho dubbi (io ' Sono vivo, vero??) delle tue qualifiche.

Ecco fatto, questa FAQ porta ciò che è stato possibile trovare e vedere cosa è meglio in questo contesto, rispondendo alla tua domanda

Ho l'HIV? Come posso sapere con certezza - quali sono le migliori opzioni?

Qual è l'antigene p24?

P24 è un antigene distinto dall'HIV è una proteina virale componente strutturale che costituisce la maggior parte del nucleo virale dell'HIV, o 'capside'. Nell'immagine sotto assomiglia a un "triangolo" con le indicazioni, in inglese, "Capsid". 

Livelli elevati di p24 sono presenti nel siero del sangue di individui infettati di recente durante il breve periodo tra l'infezione e la sieroconversione, rendendo i test dell'antigene p24 molto utili nella diagnosi dell'infezione primaria da HIV.

Ho l'HIV? Bene, il capside (capside) è lì, ben descritto, come puoi vedere!

Gli anticorpi contro l'antigene p24 vengono prodotti durante la sieroconversione. Diventa non rilevabile dopo la sieroconversione, almeno nella maggior parte dei casi.

Pertanto, i test dell'antigene p24 non sono affidabili per diagnosticare l'infezione da HIV dopo le sue fasi iniziali.

Tuttavia, l'infezione da HIV può essere diagnosticata in modo sicuro prima con il test combinato anticorpo / antigene che con i test puramente di rilevamento degli anticorpi, e il test anticorpale / antigene di quarta generazione è ora il test di screening standard nel Regno Unito.

Cosa significa "non reattivo quando si esegue un test HIV"?

Se sei stato testato per l'infezione da HIV, potresti essere informato che il risultato è "non reattivo, iCiò significa che il test non ha trovato prove di infezione da HIV.

Puoi essere sicuro di affermare Ho l'HIV. Ma non puoi nemmeno andare avanti con la vita come se fossi sicuro di esserlo HIV negativo, perché dobbiamo affrontare, anche insieme, il periodo di finestra immunitaria 

Se hai bisogno di supporto, parlami, per favore!

La finestra immunologica per i non reagenti è di 30 giorni o più.

E l'AIDS non entra nella tua vita solo pochi mesi dopo aver contratto l'HIV

 

 

I test diagnostici per l'HIV potrebbero non rilevare le infezioni acquisite in meno di trenta (30) giorni.

Cosa significa reagente in un test HIV?

Se sei stato testato per l'infezione da HIV, è possibile che ti venga detto che il risultato è "reagente". Sebbene questo sia talvolta descritto come un 'risultato positivo, può essere uno falso positivo. Il risultato indica che il test ha reagito a qualcosa nel tuo sangue e questo dovrebbe essere indagato in modo più dettagliato, con un test diverso, Western And Blot.

Non significa necessariamente che lo sei HIV positivo. Poiché possono verificarsi falsi positivi, i medici non utilizzano mai un singolo test per fare una diagnosi di sieropositività. Se il risultato è reattivo, il risultato è solo preliminare e deve essere verificato con una serie di test di conferma.

Questi test di follow-up dovrebbero essere eseguiti al meglio da un professionista sanitario che abbia accesso alle tecnologie di test dell'HIV più accurate.

E, lo sappiamo, la barra può essere pesante! Voler parlare. Puoi parlare con Beto Volpe, che ha un cuore d'oro e oltre 30 anni di esperienza, che ha scritto un bellissimo libro:

 

Parla con Beto Volpe

 

O con Me, che sono io e solo ...

Parla con Cláudio Souza

 

Cosa significa per un test HIV?

 

Se Se sei stato testato per l'infezione da HIV, ti potrebbe essere detto che il risultato è "indeterminato", "ambiguo" o "non valido". Ciò significa che il risultato del test non è chiaro. È necessario eseguire un altro test.

Un risultato indeterminato significa che il kit del test mostra una debole reazione positiva, forse a causa di una reazione crociata di anticorpi sconosciuta, a causa della contaminazione incrociata con il campione di un'altra persona o per un altro errore tecnico. Risultati indeterminati possono anche verificarsi in persone dopo una recente infezione da HIV, poiché la loro risposta immunitaria è ancora in via di sviluppo.

Se un risultato indeterminato non viene riprodotto in altri test, è quasi certo che si tratti semplicemente di una reazione falsa positiva. Tuttavia, se più di un tipo di test fornisce un risultato indeterminato, sarà necessario ripetere il test utilizzando vari tipi di test.

Se i risultati rimangono difficili da interpretare, è necessario raccogliere un nuovo campione circa due settimane dopo. Se la causa dei risultati indeterminati era un'infezione recente, i test dovrebbero ora dare una risposta più definitiva.

Cosa fare contro i falsi negativi nei test HIV

Punti su cui riflettere: fai attenzione.


  • OI risultati falsi negativi si verificano più spesso quando le persone eseguono il test nelle prime settimane dopo l'infezione, durante il periodo finestra. "
  • Dopo di che, sono estremamente rari.
  • Nella maggior parte delle configurazioni, la probabilità che un risultato negativo sia accurato è superiore al 99,9%.

Il test di screening dell'HIV ideale identificherebbe correttamente tutti gli individui HIV positivi e HIV negativi il 100% delle volte. Sebbene molti test HIV siano estremamente accurati, non raggiungono una precisione del 100%.

 

Un falso negativo è un risultato del test che dice che una persona non ha l'HIV quando, in realtà, lo fa.

I risultati falsi negativi si verificano più spesso quando le persone vengono testate nelle prime settimane dopo l'infezione, durante il "periodo finestra" di un test. In questo momento, i marker di infezione (antigene p24 e anticorpi) che i test stanno cercando possono essere assenti o scarsi. I test non sono in grado di rilevare in modo affidabile tutti i casi di infezione durante il periodo finestra. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra pagina sui periodi di finestra.

Le possibilità di un risultato falso negativo, quindi, dipendono dal tasso di nuovo Infezioni da HIV (incidenza) in una comunità. In un contesto a bassa incidenza, con una trasmissione continua dell'HIV molto ridotta, la maggior parte delle infezioni da HIV che i test devono rilevare saranno infezioni che le persone hanno avuto per diversi mesi o anni. Per queste infezioni di lunga data, i test sono estremamente accurati e quindi i falsi negativi sono estremamente rari. 

Tuttavia, in una comunità con una maggiore incidenza di HIV e trasmissione continua dell'HIV, una percentuale maggiore di infezioni da HIV che i test devono rilevare saranno infezioni recenti (che le persone hanno avuto solo per poche settimane). Per questi, i test sono meno affidabili e possono verificarsi falsi negativi.

Sono stati segnalati anche falsi negativi in ​​persone che assumono farmaci antiretrovirali, sia come trattamento per l'HIV, profilassi pre-esposizione (PrEP) o profilassi post-esposizione (PEP).

Come agire di fronte a falsi negativi dopo il periodo di finestra immunologica?

Adopo il periodo finestra, nelle persone che non assumono antiretrovirali, i risultati falsi negativi sono estremamente rari.

L'accuratezza di un singolo test HIV dipende in parte da caratteristiche note come sensibilità e specificità.

La sensibilità è un'indicazione delle prestazioni del test quando si testano persone che hanno l'HIV, mentre la specificità riflette le prestazioni del test in relazione alle persone che hanno l'HIV. non ha l'HIV.

Molti moderni dispositivi per il test dell'HIV sono estremamente sensibili (oltre il 99%) ed estremamente specifici (oltre il 99%) sull'infezione da HIV di lunga data.

In una certa misura, le possibilità di un risultato falso negativo dipendono anche da quanto sia comune l'HIV nella tua comunità. Quando pochissime persone tra quelle testate hanno l'HIV, è ancora più probabile che un risultato negativo del test HIV sia accurato.

Ciò è espresso da qualcosa noto agli operatori sanitari come un "valore predittivo negativo".

Ad esempio, eseguire un test con una sensibilità del 99,5% e una specificità del 99,5%. Se questo test viene utilizzato in un ambiente in cui lo 0,2% delle persone ha l'HIV (ad esempio, tra la popolazione generale nel Regno Unito), la probabilità che un risultato negativo sia corretto è del 99,998%.

Se lo stesso test viene utilizzato in un ambiente con una prevalenza di HIV molto più alta del 25% (ad esempio, nelle regioni più colpite dell'Africa meridionale), la probabilità che un risultato negativo sia corretto è leggermente inferiore, al 99,832%.

Trascorso il periodo di finestra (due mesi dopo la possibile esposizione all'HIV), se esegui il test due volte, utilizzando un dispositivo di test diverso in ogni occasione, ed entrambi i test danno un risultato negativo, puoi essere certo che il risultato è accurato.

Risultati falsi positivi nel seguire e nel seguire i test HIV

Os test producono sempre un piccolo numero di risultati falsi positivi.
  • Nei luoghi in cui pochissime persone hanno l'HIV, una percentuale maggiore di risultati reattivi sarà falsi positivi.
  • Per garantire una diagnosi accurata, viene utilizzata una sequenza di test di conferma per verificare tutti i risultati reattivi.
  • Una diagnosi di HIV non viene mai effettuata sulla base di un singolo risultato del test.

Il test di screening per l'HIV ideale identificherebbe correttamente tutti gli individui HIV positivi e HIV negativi il 100% delle volte. Sebbene molti test HIV siano estremamente accurati, non raggiungono la precisione del 100%.

Un falso positivo è il risultato di un test che dice che una persona ha l'HIV quando, in realtà, non lo è. 

Poiché è inquietante ed è molto fastidioso ricevere un risultato falso positivo, il file preliminare positivo ('reattivo') va sempre verificato con una serie di test di conferma.

Che cosa causa risultati falsi positivi se hai l'HIV?

I test HIV si basano sulla rilevazione di anticorpi contro l'HIV. Sono proteine ​​prodotte dal sistema immunitario in risposta a una sostanza estranea, come l'HIV. La causa principale dei risultati falsi positivi è che il test ha rilevato anticorpi, ma non sono anticorpi contro l'HIV: sono anticorpi contro un'altra sostanza o infezione. I test non hanno lo scopo di reagire ad altri tipi di anticorpi, ma a volte sì.

Ci sono altri motivi per cui un test può dare un risultato falso positivo. A seconda del dispositivo di test, la lettura del risultato del test può dipendere da un'interpretazione soggettiva. Quando il risultato è al limite, un team esperto fornisce risultati sempre più accurati. 

Un risultato falso positivo può anche essere il risultato di un campione con un'etichetta errata, mescolata con quella di qualcun altro, o qualche altro errore amministrativo o tecnico.

Meno comunemente, possono verificarsi risultati falsi positivi in ​​persone che hanno recentemente ricevuto un vaccino antinfluenzale, stanno partecipando a uno studio sul vaccino contro l'HIV o hanno una malattia autoimmune (come il lupus). Il lupus è solo una delle innumerevoli possibili cause di un falso positivo. Ma non battere la testa da un sito all'altro, da medico a medico, da CTA a CTA.

Vedi, ho sentito parlare di un medico italiano che l'ha messa così, alla porta del suo studio:

 

Se hai ricevuto una diagnosi da Google, chiedi una seconda opinione da Yahoo. Sembra che non gli piaccia molto Bing ...

Guarda. Ho lavorato tutta la mattina, traducendo alcuni testi per mettere insieme queste FAQ.;

Ecco la fine, ecco un link ad un altro testo che sto ancora traducendo, ma lo finirò domani, 2021 aprile XNUMX.

Ma ho bisogno di riposarmi un po 'prima di finirlo e, per favore, aspetta fino a domani, 08 aprile 2021, per poterlo pubblicare.

IL BLOG HA UN COSTO E HA BISOGNO DI TE

IMPORTO ANNUALE R $ 996,00 ALTRE SPESE. - Ci sono altri costi sporadici
Puoi sostenere con R $ 5,00! 

DOPO IL RITIRO DEL MIO BENEFICIO DA PARTE DELL'INSS HO TROVATO UN REDDITO MINIMO PER IL COSTO DEL MIO LAVORO, IL BLOG, e la mia vita è diventata più difficile.

Fonte della materia: AIDSMAP

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Parla con Claudio Souza