C'è vita con l'HIV

Ho l'HIV? Ho l'HIV? Cosa devo sapere?

Ho l'HIV? Ho l'HIV? Cosa devo sapere?

Che cos'è?

Quando ho posto queste domande mi ero appena reso conto che "aveva AIDS ".

Tutta la mia ignoranza mi ha portato paura e disperazione, ho perso la partita prima della prima mossa!

E non era proprio un periodo di HIV di pari passo con la speranza. La verità è che non ricordo dove sono andato e come sono arrivato alla CRT-A, in Rua Antônio Carlos.

A la mia prima tempesta, i primi momenti del grande temporale sono in un altro post.

Il fatto è che è passato molto, molto tempo prima che capissi che sì, c'è vita…. A quei tempi era abbastanza diverso e, in effetti, c'era molta vita. Ma lei era lì, sola, indifesa, senza la preziosa protezione del nostro valoroso e prezioso CD4'S!

Beh, non dovresti pensarlo come qualcuno che reagisce, e soprattutto che reagisce male quando sente ciò che non gli piace. Soprattutto, capisci che avere HIV non significa "avere l'AIDS"!

Avere l'HIV e anche l'AIDS se sei intelligente, può generare lunga vita!

L'AIDS è una fase grave che si sviluppa dopo molti anni di convivenza con l'HIV senza cure adeguate.

Se scopri di avere l'HIV prematuramente, il tuo trattamento potrebbe avere risultati migliori

Avere l'HIV e ricevere una diagnosi rapida è molto importante. Ma nota il problema di finestra immunitaria.

Sierologia dei reagenti per l'HIV è, a mio modo di vedere le cose, quasi “elitarie”, o addirittura eufemizzare cosa non necessita di essere “riadattato plasticamente”.

Quando mi sono ritrovato sieropositivo, sieropositivo, dopo il primo temporale. Poi, sì, ce n'erano alcuni altri, e questo era quello del più grande terrore, dopo tutto, Mi è stato detto che sarei morto entro sei mesi! Sei mesi!

E mi sembra ... Ebbene, ho capito che, dopo aver superato questa data profetica, avevo bisogno di condividere la mia condizione con le persone. A meno che non mi sbagli, sono un essere umano.

Forse uno "Pink Skin". E ho iniziato a, senza una ragione apparente, dire che ho l'HIV.

E oggi sono un po 'confuso.

Ho l'HIV?

O mi ha l'HIV?

Sta a te decidere!

L'HIV ha questa proprietà eloquente! Mostrarti il ​​cuore dei tuoi "amici"

Scegli bene le persone da raccontare. Ebbene, detto questo ... è nel frigir delle uova che saprai!

Ma non preoccuparti! Pietro ha rinnegato Cristo tre volte! E devi sapere che quando dici:

Ho l'HIV, mi chiederai anche: mamma?

E la domanda collettiva: mi ami ?!

Ho l'HIV Mi ami?

Perché so che, ad esempio, mio ​​padre non mi amava abbastanza da capire la mia posizione rispetto al mondo e la mia sierologia.

- “Non dovresti essere esposto! Cosa ne ricaverai?

- (...).

Avrei molto da dire, ma non sarebbe in grado di capire

La verità è che pochi hanno capito e ho messo questo "rabicho te texto" qui così puoi provare a capirmi. C'è una seconda parte di questo testo, che sarà pubblicata in qualsiasi momento.

Avere l'HIV, convivere con l'HIV, dire che c'è vita con l'HIV e la PI

PI, amatissimi, è la Pattuglia ideologica che, avendo poco da fare, dà dei rimorsi nel lavoro degli altri.

Diciamo: "Vedi se sbaglio"!

I critici appaiono a profusione per parlare del lavoro degli altri senza mai fare nulla per aiutare. Se la critica è stata educativa e costruttiva, oltre che colta, passa comunque

Ho 800 immagini lì. Sebbene una persona abbia interpretato male la mia trasmissione nella frase c'è vita con l'HIV, che è stata interpretata come un invito, quasi un'esortazione al contagio (questa pattuglia ideologica è un piede nella schiena) io affermo, ribadisco, insisto e insisto:?

C'è vita con l'HIV. Non arrabbiarti. Ma se non hai l'HIV, che sembra così ovvio che non dovrebbe essere digitato qui, è evidentemente meglio, più saggio e molto più semplice usare un preservativo ed evitare l'HIV o una condizione medica come la mia!

Avere l'HIV e le vertigini del primo giorno

Sono consapevole di avere l'HIV da così tanto tempo che a volte ho anche un po 'più di vertigini

Cercando di spiegargli che quando presumo di avere l'HIV e che, nonostante tutto, continuo la mia lotta, vivendo, lottando, spesso piangendo dentro di fronte a un medico che mi dice che "vuole aiutarmi" ma che non ha il minimo impulso. La voglia di parlare di qualcosa per altri dieci minuti. 

Il più piccolo di loro !!!!!! Il più piccolo degli impulsi!

E per il gusto di dire tutta la verità, alcuni mesi fa le ho mostrato la mia mano. Era uno sfogo che stavo per fare. Ma lei mi ha sorpreso! Ha toccato la mia mano con la sua e l'ha tenuta lì finché non ho avuto bisogno di usarla nel lavoro che stavo facendo.

E ho pensato. Forse questo può migliorare un po '. 

😲 Errore di Ledo😲

 Pow! E suggerire qualcosa, qualunque cosa, per portarmi un passo avanti verso un trattamento migliore e differenziato, che mostri davvero l'interesse legittimo di un medico, e preferisco i medici.

 

Avere l'HIV non è nulla di fronte, ad esempio, a certe condizioni di salute o, realisticamente, alla caduta, irrimediabilmente distrutta dall'Ebola, per esempio!

 

Ma avere l'HIV per un quarto di secolo crea una sorta di vuoto dentro di me che può essere riempito solo da un professionista della salute che mi vede in questo modo, come UNA PERSONA che contiene statine, antiretrovirali, anticoagulanti, AAS e altre piccole cose!

Essere sieropositivo o essere una persona con l'AIDS in questi giorni non è la fine del mondo.

Ciao, potresti leggere questa pagina perché ti è stato appena diagnosticato un HIV positivo o "reagente", che è la stessa cosa.

So che è un bar, che se vivi ancora con i tuoi genitori sarà un'onda selvaggia fare surf, se sei sposato o sposato hai paura della reazione del tuo partner e, in mezzo a tutto questo tu, come me, quasi ventiquattro anni fa, mi sentivo spaventato e senza pavimento.

Ho l'HIV! E vivo!

So che è un bar e anche quel migliore amico o amico sembra difficile parlarne con loro.

Ma bisogna parlare con qualcuno, anche perché, anche in questi centri sanitari, con rare e onorevoli eccezioni, c'è molto pregiudizio istituzionale.

E quel che è peggio, è un pregiudizio velato, contro il quale non puoi fare nulla perché diranno che stai andando fuori di testa per la patata.

Per cominciare, ora devi sostenere l'esame per scoprire qual è il tuo carica virale e qual è il tuo numero di CD4 e, soprattutto, richiedono il tuo trattamento.

È legge, una volta diagnosticato un reagente, trattato immediatamente.

Dovrai sostenere un esame chiamato Carica virale, per valutare la quantità di HIV nel sangue e uno chiamato Conta delle cellule CD4, per valutare come sta andando il tuo sistema immunitario.

Probabilmente avrai un test cutaneo alla tubercolina per vedere se hai il bacillo di Koch, l'orribile creatura che causa la tubercolosi.

Tenho HIV? Eu estou com o HIV? O que preciso saber?, Blog Soropositivo.Org Se ce l'hai, inizierai il trattamento per la tubercolosi, non perché hai la tubercolosi, ma per evitare che si sviluppi.

Questo si chiama chemioprofilassi.

Se il numero di CD4 è inferiore a un certo limite, potresti essere a rischio di sviluppo malattie opportunistiche.

Per evitare ciò, riceverai alcuni farmaci, che devi seguire draconicamente la prescrizione!

Rispetta le dosi e gli orari, indipendentemente da ciò che stai facendo in quel momento, interrompi e prendi il medicinale.

Anche se significa non dire o non fare qualcosa di importante, oppure no, perché niente è più importante della tua salute e del tuo benessere! Soprattutto ora, se hai ricevuto un reagente… (…)… Che capisci di avere l'HIV

Se segui queste linee guida e, in particolare, quelle che ti vengono dai medici, sarai presto guarito dal punto di vista della salute fisica.

Ci sono molte ONG e c'è un gruppo chiamato "Nella mia casa".

È un'iniziativa di Roseli Tardelli, il cui sito web è l'AIDS News Agency dove noi, persone sieropositive, possiamo formare e prevenire cose come lipodistrofia influenzare la loro salute fisica ed emotiva.

PrEP ou Camisinha na rapidinha do escritório
Già, una sveltina in ufficio, a pranzo, può capitare di tanto in tanto, non si sa mai…. Ma sono sicura che la migliore alternativa per evitare una MST o una gravidanza sia, diciamo, scomoda, dal momento che la coppia in questione ha rapporti ufficiali nelle rispettive case, con i rispettivi coetanei!

Sono quello nella foto sopra e, potresti non crederci, vivo con l'HIV da 24 anni e sto benissimo, grazie!

La mia carica virale non è più rilevabile da poco più di dieci anni e il mio CD4, l'ultima volta che mi sono ricordato di fare il test, era 1025!

Ho un segreto per questo e te lo dirò proprio qui. Il modo migliore per affrontare una diagnosi di HIV positiva è avere un atteggiamento positivo nei confronti della vita.

 

Dovrai tenere d'occhio i tuoi pensieri e mantenere un atteggiamento che preserva la tua salute mentale!

Ho incontrato una ragazza, 24 anni fa, che ha scoperto di essere sieropositiva, si è chiusa nel suo appartamento ed è appena morta!

Depressione... E non c'era niente, nessuna manifestazione clinica che potesse "giustificare la sua morte" ...

Quindi, attenzione, il corpo è tuo e non il virus e tu sei quello che detta le regole!

Prenditi cura di te stesso e il tuo corpo risponderà bene a tutto ciò che ti minaccia.

E soprattutto non abbiate paura, perché la paura è uno dei sentimenti più distruttivi che esistano, perché ci paralizza.

E quando siamo paralizzati, siamo vittime di tutto ciò che temiamo di essere vittime. Non importa la situazione, il coraggio è la parola d'ordine !!!

E la parola d'ordine è la vita

Saúde mentale è estremamente importante!

Se non puoi farlo, guarda, se sei a San Paolo, scusa per la Rete nazionale delle persone che vivono con l'HIV o l'AIDS, il cui collegamento è http://www.rnpvha.org.br

Puoi dire che sono stato io, Cláudio, che ho indicato, questo non faciliterà nulla, ma almeno avranno una base su come si trovano; e sempre a San Paolo, puoi cercare il Life Incentive Group, che è in http://www.giv.org.br .

Lì riceverai aiuto e persino supporto legale se qualcuno ti ha fatto del male o ti ha fregato in qualsiasi modo. Non accettate passivamente nulla di tutto ciò e reagite con la stessa intensità e usate la legge contro di loro, perché alcune persone, aziende o istituzioni camminano proprio quando la giustizia fa cadere la bilancia ed estrae la spada. Purtroppo è così.

 

Vivere non è necessario

Per navigare? Bene, abbiamo le stelle!

Tenho HIV?
E c'è chi dice che Dio non esiste "

Nel caso tu sia una donna gay, travestita, bisessuale, omosessuale, dovresti cercare il Centro di riferimento per la diversità, www.crd.org.br, a cui è collegata da Vidda qui a San Paolo.

L'indirizzo del loro sito web è questo: http://www.aids.org.br

E da link a link, puoi anche navigare nel sito web del governo all'indirizzo www.aids.gov.br perché lì appaiono sempre cose nuove e, finalmente, puoi cercarmi nel mio zap, al +55 11 940 675 purché tu capisca queste cose che seguiranno:

Se ti trovi in ​​uno stato diverso da San Paolo, non ho informazioni su alcuna organizzazione governativa o non governativa che possa aiutarti, ma queste ONG che ho menzionato potrebbero avere queste informazioni.

È un momento di conversazione sulla vita con l'HIV

Se ti chiedi cosa ho da offrire ti rispondo che è tempo di conversazione, parlare fa passare il tempo e, mentre parliamo, posso chiarire alcuni tuoi dubbi, purché tu tenga sempre conto che io non lo faccio Sono un medico, non sono un infermiere, non sono un professionista della salute e tutto quello che ho è il liceo e un semestre di college, in materia di lettere / francese, a cui ho rinunciato perché la mia salute non può reggere la mia guida. giorno, ma il prossimo ENEM mi iscriverò e passerò di nuovo.

Vivo con l'HIV da 22 anni. Mia moglie ha 28 anni e facciamo progetti per il futuro. Un giorno andremo ancora in Patagonia, in quanto è un luogo che vogliamo conoscere, e l'aspettativa di vita, per una persona a cui viene diagnosticata e che si sottopone a cure in maniera rigorosa e persistente, ha un'aspettativa di vita di 70 anni.

Non ti dico che vivere con l'AIDS è una passeggiata in piazza, perché non lo è.

L'altra cosa che posso offrirti è la mia amicizia. Ma vedi che essere mio amico significa essere disposto ad ascoltare verità che le persone normalmente non dicono ad altre persone.

Sono amico. E un amico che è un amico tira l'orecchio dell'altro a terra, se necessario, in modo che capisca un fatto. Essere mio amico è una soda lkimonada personale. !!!!!! Difficile da sopportare !!! 😉

[]S

Claudio Souza

Dopo aver letto questo testo, assicurati di guardare il video qui sotto e fai clic su questo collegamento, che porta a un testo un po 'antiquato, ma che porta aspetti interessanti sulla malattia

Os Gli effetti dell'AIDS sono reversibili, mettiti alla prova, regalati e vivi!

                      


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie