C'è vita con l'HIV

Trattamento antiretrovirale per l'ARTE - Il cosiddetto cocktail

Il trattamento antiretrovirale è complesso! Ma è qualcosa a cui noi, persone che vivono con l'HIV, ci abituiamo! Sai, ogni volta che sono stato ricoverato in ospedale e cosciente (c'è una sottile differenza lì) è sempre stato molto divertente vedere l'espressione di smarrimento di infermieri o assistenti infermieristici che, senza sapere cosa fare, chiedono i nomi dei medicinali e, credimi , hanno problemi a scriverli! Scrivi i nomi delle droghe!

Poi ... Bene, in seguito hanno difficoltà a somministrare il dosaggio e il trattamento stesso e, in nome del mio benessere e della mia tranquillità terapeutica, finisco per assumermi la responsabilità della mia ARTE.

Perché loro, e loro, sembrano incapaci di capire che è meglio e giusto prenderli tutti.

I quattro o quaranta laggiù, nella lattina, tutto in una volta!

Loro e loro non sono da biasimare. La colpa, infatti, la mancanza di responsabilità sta nel fatto che “non li allena,. E, se ho detto divertimento, è stato per irritarti, perché è così che mi trovo di fronte alla loro incapacità di addestrarti per l'ovvio!

Si, lo so! ci sono più di 30 farmaci antiretrovirali in sei classi di farmaci; questi sono elencati di seguito.

  • Ogni classe di farmaci attacca l'HIV in modo diverso.

Il trattamento antiretrovirale non ha mai smesso di evolversi dall'inizio. 

Il trattamento è complesso. Ma non è un insetto a sette teste! ce ne sono cinque, è vero. Ma tre sono docili e uno che rimane è una bocca. Con questa allegoria voglio solo chiarire che non è così difficile. Quando il trattamento ha iniziato a diffondersi in Brasile hanno detto (all'estero) che non saremmo stati in grado di affrontare "questa complessità". Detto questo il patso che è riuscito a cadere con il dispositivo progettato per non cadere mai!

Lo stesso patso ha detto, in un'occasione successiva, che il Brasile potrebbe salvare molte più vite, in un ipotetico futuro, se fosse disposto a salvarne "alcune" all'inizio! 😡😡😡

GW Bush (padre). Avere un figlio come il suo, non è difficile capire il suo punto di vista, davanti a te, che ti guarda e cosa è nato e uscito da te! "

Ebbene, il testo parla di quel miracolo, a cui si riferiva il Dr. º Drausio Varela, molto, molto, molto, molto, molto tempo fa, con “i nuovi rimedi!

Esistono sei tipi principali ("classi") di farmaci antiretrovirali.

Ogni classe di farmaci attacca l'HIV in modo diverso. Generalmente, i farmaci di due (o talvolta tre) classi vengono combinati per garantire un potente attacco all'HIV.

La maggior parte delle persone inizia il trattamento per l'HIV con due farmaci della classe degli inibitori nucleosidici / nucleotidici della trascrittasi inversa combinati con un inibitore dell'integrasi, un inibitore non nucleosidico della trascrittasi inversa o un inibitore della proteasi - da qui la "tripla terapia".

Inibitori nucleotidici / nucleotidici della trascrittasi inversa (NRTI)

 

Inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI) Inibitori della trascrittasi inversa.

Anche i non nucleosidi (NNRTI) prendono di mira la trascrittasi inversa, ma in modo diverso dagli NRTI.

Gli NNRTI interferiscono con l'enzima trascrittasi inversa legandosi direttamente ad esso, bloccando il processo di trascrizione inversa.

  • Doravirina è anche conosciuto come Pifeltro. La doravirina è inclusa nella compressa combinata Delstrigo.
  • Efavirenz può essere commercializzato con il nome Sustiva, ma sono disponibili anche versioni generiche. Efavirenz è incluso nella compressa combinata efavirenz / emtricitabina / tenofovir disoproxil.
  • Etravirina è anche conosciuto come Intelence.
  • Nevirapina può essere commercializzato con il nome Viramune, ma sono disponibili anche versioni generiche.
  • Rilpivirina è anche conosciuto come durante. Rilpivirina è disponibile anche in compresse combinate odefsey, Eviplera e Juluca.

Inibitori di Inibitori dell'integrasi.

La fase chiamata integrasi prende di mira una proteina dell'HIV chiamata integrasi, essenziale per la replicazione virale.

Questa proteina, la proteina integrasi, è responsabile dell'inserimento del DNA genomico virale nel cromosoma ospite. L'enzima integrasi si lega al DNA della cellula ospite, prepara un'area nel DNA virale per l'integrazione e quindi trasferisce quella catena elaborata al genoma della cellula ospite.

Inibitori di L'integrasi rende difficile per il virus inserirsi da solo nel DNA delle cellule umane.

  • Bictegravir è disponibile solo nel tablet combinato Biciclettaarvy.
  • dolutegravir è anche conosciuto come Tivicay. È incluso nella combinazione di compresse Juluca e Triumeq, e Dovato.
  • Elvitegravir è disponibile solo in compresse combinate Genvoya e Stribild.
  • O Raltegravir è anche conosciuto come raltegravir Isentress.

Os Inibitori dell'integrasi

Gli inibitori dell'integrasi impediscono all'HIV di entrare nelle cellule umane. Esistono due tipi: CCR5 e inibitori della fusione.

Per entrare nella cellula ospite, l'HIV deve legarsi a due recettori separati sulla superficie della cellula: il recettore CD4 e un co-ricevitore (CCR5 o CXCR4).

Una volta che l'HIV si attacca a entrambi, il suo involucro può fondersi con la membrana della cellula ospite e rilasciare componenti virali nella cellula. Gli inibitori CCR5 impediscono all'HIV di utilizzare il co-recettore CCR5 quando si lega ad esso, bloccando l'ingresso virale.

Gli inibitori del CCR5 non funzionano affatto e sono usati molto raramente nel trattamento di prima linea.

Faresti un test per vedere se questo tipo di trattamento sarebbe efficace prima di iniziare. Un inibitore CCR5 è autorizzato in Europa:

  • Maraviroc è anche conosciuto come Celsentri.

Un inibitore della fusione (enfuvirtide) viene utilizzato solo per le persone che non hanno altre opzioni di trattamento. Funziona interrompendo la fusione della proteina dell'involucro dell'HIV con la cellula CD4.

Inibitori della proteasi (IP)

Inibitori della proteasi (IP) bloccano l'attività dell'enzima proteasi, che l'HIV usa per rompere le grandi poliproteine ​​in pezzi più piccoli necessari per assemblare nuove particelle virali. Sebbene l'HIV possa ancora replicarsi in presenza di inibitori della proteasi, i virioni risultanti sono immaturi e incapaci di infettare nuove cellule.

  • O può essere commercializzato con il nome atazanavir Reyataz, ma sono disponibili anche versioni generiche. Atazanavir è incluso nella compressa combinata Evotaz.
  • Darunavir può essere commercializzato con il nome Prezista, ma sono disponibili anche versioni generiche. Darunavir è incluso nella combinazione di compresse Rezolsta e Symtuza.
  • Lopinavir è disponibile solo nella combinazione tablet Kaletra.

 Farmaci da Droghe di richiamo

I farmaci booster vengono utilizzati per "aumentare" gli effetti degli inibitori della proteasi. L'aggiunta di una piccola dose di un richiamo a un antiretrovirale fa sì che il fegato smantelli il farmaco primario più lentamente, il che significa che rimane nel corpo per periodi più lunghi oa livelli più alti. Senza il richiamo, la dose prescritta del farmaco primario sarebbe inefficace.

Regimi di singola compressa

Esistono alcune pillole a dose fissa che combinano due o tre farmaci antiretrovirali di più di una classe in una singola pillola che viene presa una volta al giorno. Scopri di più su questo sulla nostra pagina Regimi di singola compressa.

Esistono più di 30 farmaci antiretrovirali in sei classi di farmaci; questi sono elencati di seguito.

  • Ogni classe di farmaci attacca l'HIV in modo diverso.

Esistono sei tipi principali ("classi") di farmaci antiretrovirali.

Ogni classe di farmaci attacca l'HIV in modo diverso. Generalmente, i farmaci di due (o talvolta tre) classi vengono combinati per garantire un potente attacco all'HIV.

La maggior parte delle persone inizia il trattamento per l'HIV con due farmaci della classe degli inibitori nucleosidici / nucleotidici della trascrittasi inversa combinati con un inibitore dell'integrasi, un inibitore non nucleosidico della trascrittasi inversa o un inibitore della proteasi - da qui la "tripla terapia".

Inibitori nucleotidici / nucleotidici della trascrittasi inversa (NRTI)

Le ultime notizie e ricerche sul trattamento dell'HIV

Gli inibitori nucleotidici della trascrittasi inversa (NRTI) e gli inibitori nucleotidici della trascrittasi inversa (NtRTI), solitamente chiamati NRTI, agiscono sull'azione di una proteina dell'HIV chiamata trascrittasi inversa.

Dopo che il virus HIV ha rilasciato il suo materiale genetico in una cellula ospite, la trascrittasi inversa converte l'RNA virale in DNA, un processo noto come "trascrizione inversa". Gli NRTI interrompono la costruzione di un nuovo frammento di DNA provirale, interrompendo il processo di trascrizione inversa e interrompendo la replicazione dell'HIV.

Questa classe di farmaci è talvolta chiamata la "spina dorsale" di una combinazione di trattamento dell'HIV di prima linea. Include i seguenti farmaci:

Inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI) Inibitori della trascrittasi inversa

Anche i nucleosidi (NNRTI) prendono di mira la trascrittasi inversa, ma in modo diverso rispetto agli NRTI.

Gli NNRTI interferiscono con l'enzima trascrittasi inversa legandosi direttamente ad esso, bloccando il processo di trascrizione inversa.

Inibitori dell'integrasi 

L'integrasi prende di mira una proteina dell'HIV chiamata integrasi, essenziale per la replicazione virale.

L'integrasi è responsabile dell'inserimento del DNA genomico virale nel cromosoma ospite. L'enzima integrasi si lega al DNA della cellula ospite, prepara un'area nel DNA virale per l'integrazione e quindi trasferisce quella catena elaborata al genoma della cellula ospite.

Gli inibitori dell'integrasi impediscono al virus di inserirsi nel DNA delle cellule umane.

  • Bictegravir è disponibile solo nel tablet combinato motociclista.
  • dolutegravir è anche conosciuto come Tivicay. È incluso nella combinazione di compresse Juluca e Triumeq, e Dovato.
  • Elvitegravir è disponibile solo in compresse combinate Genvoya e Stribild.
  • O è anche conosciuto come raltegravir Isentress.

Os Inibitori di ingresso.

l'ingresso impedisce all'HIV di entrare nelle cellule umane. Esistono due tipi: inibitori del CCR5 e inibitori della fusione.

Per entrare nella cellula ospite, l'HIV deve legarsi a due recettori separati sulla superficie cellulare: il recettore CD4 e un co-recettore (CCR5 o CXCR4). Una volta che l'HIV si attacca a entrambi, il suo involucro può fondersi con la membrana della cellula ospite e rilasciare componenti virali nella cellula. Gli inibitori CCR5 impediscono all'HIV di utilizzare il co-recettore CCR5 quando si lega ad esso, bloccando l'ingresso virale.

Gli inibitori del CCR5 non funzionano affatto e sono usati molto raramente nel trattamento di prima linea. Faresti un test per vedere se questo tipo di trattamento sarebbe efficace prima di iniziare. Un inibitore CCR5 è autorizzato in Europa:

  • maraviroc è anche conosciuto come Celsentri.

Un inibitore della fusione (enfuvirtide) viene utilizzato solo per le persone che non hanno altre opzioni di trattamento. Funziona interrompendo la fusione della proteina dell'involucro dell'HIV con la cellula CD4.

Inibitori della proteasi (IP)

Gli inibitori della proteasi (PI) bloccano l'attività dell'enzima proteasi, che l'HIV utilizza per rompere le grandi poliproteine ​​in pezzi più piccoli necessari per l'assemblaggio di nuove particelle virali. Sebbene l'HIV possa ancora replicarsi in presenza di inibitori della proteasi, i virioni risultanti sono immaturi e incapaci di infettare nuove cellule.

  • O può essere commercializzato con il nome atazanavir Reyataz, ma sono disponibili anche versioni generiche. Atazanavir è incluso nella compressa combinata Evotaz.
  • Darunavir può essere commercializzato con il nome Prezista, ma sono disponibili anche versioni generiche. Darunavir è incluso nella combinazione di compresse Rezolsta e Symtuza.
  • Lopinavir è disponibile solo nella combinazione tablet Kaletra.

Farmaci da Droghe di richiamo 

i booster sono usati per "aumentare" gli effetti degli inibitori della proteasi. L'aggiunta di una piccola dose di un richiamo a un antiretrovirale fa sì che il fegato smantelli il farmaco primario più lentamente, il che significa che rimane nel corpo per periodi più lunghi oa livelli più alti. Senza il richiamo, la dose prescritta del farmaco primario sarebbe inefficace.

Regimi di singola compressa

Esistono alcune pillole a dose fissa che combinano due o tre farmaci antiretrovirali di più di una classe in una singola pillola che viene presa una volta al giorno. Scopri di più su questo sulla nostra pagina Regimi di singola compressa.

E con tutto questo ... trent'anni e niente è stato davvero risolto. Abbiamo smesso di "morire come mosche, ridere ... Ma ...

Tutto ciò che è stato detto qui è il prodotto di diligente e lavoro paziente di studi e ricerche. Dal momento in cui l'HIV è stato isolato, identificato e sequenziato, sono passati quasi dieci anni prima che ci fosse il trattamento davvero efficiente nonostante la cava che stava assumendo il farmaco. Prima di allora, quelli che hanno indovinato, tvissuto l'onore e la gloria di sopravvivere AZT

Non me ne rendevo conto, perché dovevo ingoiare le pillole, sei delle quali ogni 4 ore, e iniziare a vomitare più lava di quella che il Vesuvio vomitava su Pompei e dovevo rinunciare e contare su Dio!

E da allora, queste cose sono state cercate, curate e vaccinate. Ho perso il conto di quanti articoli ottimistici e ottimisti su di esso:

E le due guarite, Berlino e Londra, subirono processi di guarigione per coloro che già non avevano nulla, nemmeno la vita, da perdere (si era persa per cancro). E questa procedura è quella che in ogni 5 tentativi, solo una persona sopravvive al processo, le altre rimangono proprio lì, sul tavolo operatorio. E molti non sono sopravvissuti abbastanza a lungo per provare queste cure.

Scommetterei su dio, se fossi stato nella stessa situazione perché, di grandi verità che ho imparato c'è un incrollabile:

Tutto è come Dio desidera!

Disponibilità ad aiutare, prevenire, curare e ridurre al minimo i disturbi che questo mondo e l'umano, molti hanno. Quasi tutti noi abbiamo e, voglio davvero stare bene, ma davvero sbagliato!

Ma la cautela e il brodo di pollo non fanno male a nessuno e, dal 1884, si battono per un vaccino e una cura per l'infezione da HIV.

Lo so. COVID-19 è trasmissibile per via aerea e l'impegno forse, e in questo voglio sbagliarmi, è maggiore in questi casi.

Io comunque resto a casa

Il video qui sotto mostra la promessa di Ronald Reagan e guardalo come un colpo di avvertimento che sparo qui:

Pensa a COVID-19 come a qualcosa non così semplicemente risolvibile. Perché quello che abbiamo è poco e l'esperienza umana di fronte all'HIV non ha ancora risolto i paradigmi del vaccino e della cura

 

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!

Sostieni il lavoro. Oppure alla fine scomparirà. I link portano ai siti web di queste banche, i più importanti! Sostieni un lavoro che cerca di supportarti!



Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

WhatsApp WhatsApp Us
Ciao! Sono Beto Volpe! Voler parlare? Di Ciao! Ma tieni presente che lavoro qui dalle 9:00 alle 20:XNUMX.