C'è vita con l'HIV

La vulnerabilità sociale tra i giovani aumenta i casi di AIDS tra le giovani donne e gli uomini gay

render 010 / poser 3dSecondo notisa, agenzia di stampa scientifica, l'epidemia di HIV è in piena espansione, nonostante tutti i progressi compiuti dalle grandi e piccole nazioni del pianeta, dei 34 milioni di persone contagiate un gruppo con una decina di milioni di persone sieropositive rientra nella fascia di età dei giovani, tra i 15 ei 24 anni.

Diversi indicatori, provenienti da diversi contesti, indicano che è all'interno di questa fascia di età che c'è il maggior numero di malattie sessualmente trasmissibili e, quindi, a chi dovrebbe essere un obiettivo prioritario in tutte le azioni di prevenzione dell'AIDS, così come altre malattie sessualmente trasmissibili, in vista che quando sono presenti altre malattie sessualmente trasmissibili, alcune delle quali estremamente pericolose in quanto silenti e praticamente asintomatiche all'inizio della loro evoluzione, le probabilità di contrarre l'HIV aumentano maggiormente.

L'articolo "Fattori associati all'infezione da HIV / AIDS tra adolescenti e giovani adulti arruolati in un Centro di test e consulenza nello Stato di Bahia, Brasile", pubblicato sulla rivista Ciência & Saúde Coletiva lo scorso anno, delinea i fattori legati alla prevalenza della malattia in questo gruppo. L'autore è della ricercatrice Bianca de Souza Pereira e dei colleghi dell'Università statale di Feira de Santana (UEFS).

La ricerca ha esaminato i test per l'individuazione dell'HIV di 3768 giovani, di età compresa tra i 13 ei 24 anni, tutti effettuati presso il Centro municipale di riferimento sulle malattie sessualmente trasmissibili / HIV / AIDS nel comune di Feira de Santana.

I ricercatori hanno scoperto che all'1,94% di questi giovani era stato diagnosticato un reagente (positivo all'HIV) e che la stragrande maggioranza di questa popolazione era composta da donne (73,1%), brune (70-80%), con otto o più anni di scolarità (60-80%), residenti a Feira de Santana (83-97%) e nell'area urbana (95-100%).

La ricerca ha anche scoperto che tra queste giovani donne, c'è una percentuale maggiore di donne sieropositive tra le donne in relazioni stabili o sposate e hanno anche una maggiore incidenza di consumo di droghe e alcol.

Tra i giovani maschi, gli omosessuali ei bisessuali avevano prevalenze con un'incidenza maggiore rispetto agli eterosessuali - da ottantasei giovani eterosessuali testati suGay Marriage Concept with Rainbow Rings Dal 16 al 17 per cento ha ricevuto una diagnosi di reagente per l'HIV, mentre tutti i 14 uomini gay o bisessuali avevano la malattia. Inoltre, la percentuale di prevalenza di altre malattie sessualmente trasmissibili nelle persone sieropositive (70%) era circa tre volte e mezzo superiore rispetto alle persone sieropositive (21,3%).

Ciò corrobora il mio ragionamento, che ha concluso che le persone più vulnerabili in Brasile sono le donne (giovani o meno, sposate o meno) che hanno più bisogno di attenzione all'interno di questa fascia di età, e che una strategia PrEP e riduzione del danno mentre, d'altra parte, sono necessarie campagne di educazione preventiva tra loro, che devono essere consapevoli dei loro diritti di cittadini, e dei loro partner, che dovrebbero (dovrebbero) essere messi a conoscenza dell'uso del preservativo in tutte le relazioni sessuale, dimostrando che non è solo l'HIV / AIDS che evitano ma anche gravidanze indesiderate o non pianificate, così come la sifilide e altre malattie sessualmente trasmissibili; d'altra parte, anche i giovani dovrebbero essere sensibilizzati all'uso del preservativo e alla ricerca di centri sanitari per PEP, già disponibile in Brasile.

Con informazioni da Paraná On Line

Claudio Souza


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie