C'è vita con l'HIV

Ban Ki-moon ha detto: Il mondo è riuscito a fermare e invertire l'epidemia di AIDS

Il mondo è riuscito a fermare e invertire l'epidemia di AIDS

Nel frattempo nella repubblica delle banane: battuta d'arresto su battuta d'arresto, e come dice Benjor, con il nuovo allenatore, che non è proprio un amico….

"La nostra nuova promessa è porre fine all'AIDS costruendo un futuro sostenibile, giusto e sano per tutti", ha detto durante la presentazione di un rapporto sull'equilibrio e l'Agenzia delle Nazioni Unite responsabile per questa questione, stima l'UNAIDS.

Secondo questo rapporto, nel 2014 l'HIV colpisce ancora 37 milioni di persone in tutto il mondo, mentre le nuove infezioni sono state ridotte di 35 e le morti legate ai presto non contrarrà più la malattia, disse Ban Ki-moon.

“Oggi, 15 milioni di persone ricevono cure per l'HIV per salvare le loro vite. Ricco o povero, il diritto alla salute è tutto ”, ha detto il capo delle Nazioni Unite.

“Quindici anni fa, c'è stata una cospirazione del silenzio. L'AIDS era una malattia dell '"altro" e il trattamento era per i ricchi.

Si sbagliavano, che oggi abbiamo 15 milioni di persone in cura, 15 milioni di storie di successo “, ha detto Michel Sidibé, direttore esecutivo di UNAIDS.

Per raggiungere l'eradicazione entro il 2030, sarà necessario raggiungere che il 95% delle persone sieropositive sia consapevole della propria condizione, il 95% riceva cure e che il 95% escluda la propria carica virale.

E per quello sarà necessario mobilitare i malati, educare e promuovere l'indipendenza economica delle donne e degli adolescentioltre a porre fine alla discriminazione nei confronti dei ricercatori medici e promuovere le persone sieropositive.

Il rapporto delle Nazioni Unite ritiene fondamentale eliminare la trasmissione da madre a figlio, traguardo già raggiunto a Cuba, il primo Paese al mondo ad essere certificato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per eliminare la trasmissione dell'AIDS e della sifilide dal figlio della madre .

L'ONU ritiene che la risposta all'HIV richieda un investimento sanitario "più intelligente" e un modello di sviluppo globale che finisca per generare grandi risultati per i cittadini e le economie di tutti i paesi.

 


Ricevi aggiornamenti direttamente sul tuo dispositivo gratuitamente

Avete qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog, e il mondo, è molto meglio con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. ACCETTO Vedi tutto

Privacy & Policy Cookie