C'è vita con l'HIV

Guarda! C'è vita con l'HIV

Trattamento dell'HIV e carica virale: quando iniziare?

... E la carica virale sono alcuni di questi test. Hai bisogno di sapere alcune cose sul tuo corpo! La medicina non è una scienza esatta. Se no ...

Tratamento Contra o HIV e Carga viralVedi. Nel testo precedente ho detto, e l'ho detto più volte, che è dimostrato che il momento migliore per iniziare la tua terapia antiretrovirale è adesso, quando hai finito il risultato. Così la scienza ha dimostrato, con studi, studi e studi. Nonostante questa verità, nessuno è obbligato a iniziare il trattamento adesso, domani o in qualsiasi momento. Ho un'amica, Violeta, che, almeno fino all'ultima volta che abbiamo parlato, è stata ferma nella sua decisione di non farsi curare.

Quindi c'è di più, sull'opportunità o meno di iniziare il trattamento, non solo la scienza. Ruota il suo forum intimo, il suo modo di vedere la vita, il suo modo di vivere, con questo testo cerco di lavorare un po ', e di traverso, questo aspetto

 

Decidere di iniziare il trattamento per l'HIV - e scoprire con quali farmaci iniziare - può essere una decisione difficile da prendere. Imparare tutto ciò che puoi sui pro e contro delle tue varie opzioni di trattamento è la tua arma migliore nella lotta contro l'HIV. Le seguenti informazioni ti aiuteranno a comunicare in modo efficace con il tuo medico quando discuti le tue opzioni di trattamento.

Perché è necessario il trattamento?

Se l'HIV può riprodursi, o "duplicarsi", nel corpo, danneggerà il sistema immunitario. Alla fine, il sistema immunitario diventa così debole che il corpo diventa vulnerabile ad altre malattie. Questo è il punto in cui una persona viene solitamente diagnosticata con l'AIDS e le altre malattie che contrae possono causare la morte. 

Per gli adulti che vivono in nazioni ricche, come gli Stati Uniti, il tempo medio tra l'infezione da HIV e lo sviluppo dell'AIDS è di 10 anni.

 

Tuttavia, questo non include le persone che assumono farmaci per l'HIV. Gli studi clinici hanno ripetutamente dimostrato che gli antiretrovirali possono mantenere in vita e in salute le persone con HIV più a lungo. In effetti, la ricerca mostra che le persone che iniziano precocemente il trattamento per l'HIV hanno un'aspettativa di vita normale.

Cosa può portare un buon trattamento?

Le persone che convivono con il virus dovrebbero considerare seriamente di iniziare il trattamento non appena viene diagnosticato. 

Il trattamento immediato per l'HIV non solo aiuta a mantenere bassa la carica virale e la conta dei CD4 alta, riducendo così al minimo il rischio di immunosoppressione e complicazioni di salute correlate all'AIDS, ma può ridurre al minimo i rischi di alcune malattie non correlate AIDS che sono più comuni nelle persone che vivono con l'HIV. Questi includono malattie cardiovascolari, malattie renali, malattie del fegato e alcune categorie di cancro.

Il trattamento per l'HIV è ora consigliato a tutti coloro che vivono con l'HIV negli Stati Uniti.

Quando dovrebbe essere iniziato il trattamento?

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti (DHHS) - l'agenzia federale responsabile della definizione delle politiche relative alla salute negli Stati Uniti - aggiorna e pubblica regolarmente le linee guida per il trattamento dell'HIV per aiutare le persone che vivono con l'HIV e i loro fornitori. determinare quando iniziare la terapia antiretrovirale. Ecco cosa consigliano le linee guida, aggiornate l'ultima volta a dicembre 2019:

  • La terapia antiretrovirale è consigliata a tutte le persone che convivono con l'HIV per ridurre il rischio di malattie correlate all'AIDS e non e per prevenire la trasmissione dell'HIV ad altri.
  • La terapia antiretrovirale deve essere iniziata immediatamente (o il prima possibile) dopo la diagnosi di una persona per aumentare il collegamento ai risultati del trattamento e per ridurre il tempo che le persone trascorrono con una carica virale rilevabile, che migliora la propria salute e riduce il rischio di trasmissione dell'HIV. 
  • È importante che tutte le persone con diagnosi di HIV siano informate sui benefici e sui rischi legati alla terapia antiretrovirale e indirizzino le strategie per ottimizzare l'aderenza (ad esempio, assumere farmaci ogni giorno, esattamente come prescritto). 

Ecco alcuni vantaggi di iniziare il trattamento in anticipo, insieme ai possibili rischi di iniziare tardi:

Potenziali vantaggi di iniziare presto
  • Mantieni alto il numero di CD4 e possibilmente evita danni irreversibili al tuo sistema immunitario.
  • Diminuire il rischio di alcuni problemi di salute correlati all'HIV che a volte possono verificarsi in persone con bassa conta di CD4, incluso TB, linfoma non Hodgkin, Sarcoma di Kaposi, neuropatia periferica, tumori e pre-cancro causati da virus del papilloma umano (HPV) e deficit mentali osservati in alcune persone con HIV, come difficoltà di pensiero e ragionamento (problemi neuro-cognitivi).
  • Diminuire il rischio di gravi problemi di salute che si verificano più frequentemente nelle persone che convivono con l'HIV, come malattia cardiovascolare, rene, fegato, complicazioni neurologiche e varie categorie di cancro e infezioni non correlate all'AIDS.
  • Ridurre o eliminare il rischio di trasmettere l'HIV ad altri: diversi studi hanno confermato che avere una carica virale non rilevabile riduce a zero il rischio di trasmissione del virus, specialmente durante l'attività sessuale e la gravidanza. 
Potenziali rischi di non trattamento
  • Rischio di un sistema immunitario gravemente indebolito, che può essere difficile da ripristinare. 
  • Rischio di sviluppare malattie legate all'AIDS.
  • Rischio di trasmettere l'HIV ad altri, inclusi i partner sessuali e tuo figlio, in caso di gravidanza
E se sono incinta?

Si raccomanda a tutte le donne incinte di assumere farmaci per l'HIV per proteggere la propria salute e anche per prevenire la trasmissione dell'HIV da madre a figlio. Clicca qui per informazioni dettagliate su gravidanza e HIV.

Come posso sapere se il mio trattamento sta funzionando?

Quando viene iniziato il trattamento antiretrovirale, il livello di HIV dovrebbe iniziare a diminuire drasticamente. È qui che entra in gioco il test della carica virale. Durante i primi due mesi di terapia, la carica virale di una persona dovrebbe diminuire di almeno il 90%. In altre parole, qualcuno che inizia il trattamento con una carica virale di 100.000 dovrebbe scendere a 10.000 o meno in due mesi. Entro 4-6 mesi dall'inizio della terapia, la carica virale deve essere scesa molto di più, si spera al di sotto del livello di sensibilità del test della carica virale ("non rilevabile"). La maggior parte dei test utilizzati oggi può rilevarne solo 20.

E il mio numero di cellule CD4? Cosa aspettarsi?

Per quanto riguarda la conta delle cellule CD4, probabilmente vedrai un aumento compreso tra 100 e 200 cellule nei primi 12-18 mesi, e potrebbe aumentare gradualmente da lì, fintanto che la carica virale rimane non rilevabile. Alcune persone che iniziano il trattamento per l'HIV per la prima volta hanno una bassa risposta CD4, nonostante raggiungano e mantengano una carica virale non rilevabile. I ricercatori si riferiscono alle persone in questa situazione come "rispondenti dissenzienti". La maggior parte degli intervistati discordanti ha aspettato di iniziare il trattamento fino a quando la conta dei CD4 non era ben al di sotto di 200. Questo è uno dei motivi per cui le linee guida raccomandano di iniziare gli ARV immediatamente dopo la diagnosi.

 

Tu e il tuo medico dovreste continuare a monitorare regolarmente la vostra carica virale per assicurarvi che i farmaci per l'HIV funzionino correttamente e che la quantità di virus nel sangue rimanga al di sotto o al minimo possibile.

 

Se la tua carica virale aumenta mentre stai assumendo farmaci per l'HIV, potrebbe significare che si è verificata resistenza ai farmaci. Clicca qui per saperne di più sulla resistenza ai farmaci.

Dopo aver iniziato il trattamento cosa devo fare?

Dovresti anche controllare regolarmente il conteggio delle cellule CD4, almeno una volta all'anno. Ulteriori test che il medico dovrebbe monitorare per assicurarsi che non si verifichino determinati effetti collaterali includono proteine ​​associate alla salute del fegato e dei reni, il colesterolo e lo zucchero nel sangue. (Diabete o resistenza periferica allo zucchero)

E assicurati di discutere senza indugio eventuali problemi che hai con il tuo regime di trattamento con il tuo medico. Se ti accorgi di perdere dosi o di riscontrare effetti collaterali, potresti essere in grado di cambiare il tuo regime attuale con uno più facile da assumere o associato a meno effetti collaterali. Ma è fondamentale che tu lo faccia prima o poi.

Tradotto da Cláudio Souza do Original in trattamento contro l'HIV.

 

Dieci ulteriori suggerimenti per la lettura

  1.  HIV o cosa fare?
  2. HIV / AIDS ben spiegato
  3. Infezioni opportunistiche “IO”. È importante sapere cosa sono e come prevenirli
  4. Cellule CD4 L'evoluzione dall'infezione da HIV all'AIDS
  5. HIV e linfonodi e linfonodi e HIV
  6. Esami del sangue prima di iniziare o modificare il trattamento per l'HIV
  7. Blog sieropositivi
  8. COVID-19 attacca l'intero corpo!
  9. Cos'è l'HIV? Cos'è l'AIDS
  10. Cellule T CD4 e CD4 che chiariscono la differenza!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Parla con Claudio Souza